Ricerca personalizzata

La poesia è l'arte di usare, per trasmettere un messaggio, combinatamente il significato semantico delle parole e il suono e il ritmo che queste imprimono alle frasi; la poesia ha quindi in sé alcune qualità della musica e riesce a trasmettere emozioni e stati d'animo in maniera più evocativa e potente di quanto faccia la prosa

martedì 30 giugno 2009

L'uomo del vino

Dove ti portan queste strade tortuose,
stai camminando in vicoli angusti,
cerchi nei muri il sostegno ai tuoi passi,
a volte scivoli sui bianchi sassi;
imprechi, bestemmi, sei disperato e
non t'importa di essere amato;
piu' in la' una luce a te cara
e' la cantina "della lampara ";
entri smanioso nella tua chiesa e
da buon pellegrino ordini
lesto un litro di vino;
sei li' quasi fatto, col tuo vino e
i tuoi pensieri, i momenti di lucidita'
son sempre piu' rari;
a un tratto reagisci,
ti porti fuori, riprendi il cammino
coi tuoi pensieri e il tuo vino;
domani e' gia' qua e ti trovera'
sdraiato a dormire sotto qualche pontile.

lunedì 29 giugno 2009

29.06.77.-29.06.09 anniversario al n. 32

Dopo trentadue anni vissuti insieme
sogno di lei e sogno l'amore e sono contento con tutto il cuore;
se manca lei a casa mia tutto il mio essere e' nostalgia;
quando ti stringo forte forte e' lontanissimo il pensier della morte;
i piu' bei fiori che cogliero'nei tuoi capelli li posero';
il futuro che arrivera' sempre uniti ci trovera'.

domenica 28 giugno 2009

L'amore e' eterno

Quando l'amore e' forte e profondo,
e' animato da una energia
che non puo' essere interrotta nemmeno dalla morte;
quando due anime sono unite e
una delle due lascia questo mondo,
la loro separazione puo' sembrare definitiva,
ma in realta' la loro relazione trascende il tempo;
l'amore, come un fiume,
scorre eternamente, e abbraccia coloro
che nuotano nelle sue correnti.

sabato 27 giugno 2009

Uomo che soffri

Tutto il dolore dell'umanita' sara' compensato nell'aldila'!!!!;
uomo che soffri reagisci e risorgi;
il dio in cui credi accenda le menti e induca gli uomini a cessar i tormenti,
manda i tuoi angeli su questa terra piena di angoscia, malattia e guerra;
angeli e santi che portin giustizia e agli affamati riempion la pancia;
a tutti i bambini dell'umanita' sia data almeno una possibilita';
all'uomo schiavo del denaro una magia lo trasformi in somaro;
all'uomo che si crede grande una magia lo trasformi in mendicante;
tutti i furboni di questo mondo prima o poi pagheranno il conto;
senza egoismo, dovremmo imparare, la nostra esistenza e' piu' salutare.

venerdì 26 giugno 2009

Breve ninna nanna

Dormi dormi bel bambino mio adorato alla mamma abbracciato;
chiudi i begli occhietti e vedrai tanti angioletti;
veglieranno sul tuo sonno fino a quando verra' giorno;
sognerai le pecorine che brucando il verde prato fan il verso del belato;
sognerai i cagnolini con i denti piccolini;
la tua mamma e' sempre qua e fra un po' verra' papa'.

giovedì 25 giugno 2009

Schiena dolente massaggio importante

Un dolce tepore
sulla schiena dolente
le abili mani si muovono con pregio
per allontanare il maleficio
il dolore costante e lancinante
avea creato insonnia e torpore,
il massaggio invocato d'incanto placa il dolore.

Mani possenti che premono il dorso
sanno realizzare il loro percorso
si muovono sicure dai glutei alle spalle
e sembran volare come farfalle
la schiena va meglio
sei troppo contento
e' andato via il tuo tormento.

mercoledì 24 giugno 2009

Paese natale

Paese natale lontano dal mare;
paese in collina con l'aria fina;
oh! Minervino che mi hai visto crescere
col Faro gigante ti senti importante;
hai anche un castello un po' diroccato
che ospito' carcere e commissariato;
i santuari di S. Michele e Madonna del Sabato
venerati cola', son baluardo di cristianita';
una torre antica nel centro paese si contrappone
alle molteplici chiese;
fra le piazze, la piu' singolare, e' S.Michele
dove da un largo spiazzo come un enorme terrazzo,
appoggiati a una ringhiera, puoi rimirar l'immenso
panorama che fa pensar a un Dio che ti ama;
sulle colline assolate e pietrose si scorge
solitaria una croce;
nelle campagne fra viti e uliveti crescon spontanei
alcuni roveti;
a novembre fra vicoli puliti e belli si sente
intenso odor di cardoncelli;
le cime di rape, i lampaggioni e le orecchiette fan si'
che son sempre pronte le buone forchette;
un bel ricordo e' della gente che piu' non avea niente
e piu' mostravansi sempre sorridente.

martedì 23 giugno 2009

Lo zoppo innamorato

Sono uno zoppo e ti amo troppo;
all'amor non si comanda anche se non ho una gamba;
tu non ti accorgi del mio amore immenso e te ne stai
tutto in giorno con Enzo;
lui ha due gambe e un bel portamento ma non ti dara'
mai il mio sentimento.

lunedì 22 giugno 2009

Amore immenso

Tu sei come l'acqua che scorre dai monti,
limpida e impetuosa, fresca e trasparente
la tua pelle vellutata e spumeggiante emana
un profumo accattivante,
mi avvicino a te oh dolce creatura e tutto
il mio essere, come d'incanto, vorrebbe intonar un
dolce canto,
un canto d'amore, un canto di gioia per la mia
creatura piena di gloria.
Musica lieve se ti sfioro le labbra,
grande concerto sul tuo seno scoperto,
il momento e' solenne tutt'intorno e' radioso
dal tuo viso traspare un inno gaudioso.

sabato 20 giugno 2009

Amore impossibile

Prendimi la mano andiamo via lontano;
non voltarti indietro,
non cercare scuse,
sai che il nostro amore e' per l'eternita';
pensa al domani,
pensa all'avvenire saremo sempre uniti,
ci proteggeremo e immergeremo
i nostri corpi amanti in rossi tramonti;
quasi sei convinta, stai per venir via,
poi all'improvviso, come una guerriera
metti una barriera e ti chiudi in te;
e'una notte scura che mi fa' paura,
tu non lo vorresti ma vai via da me.

venerdì 19 giugno 2009

Vorrei

Vorrei essere un ladro provetto
per rubare i tuoi pensieri;
vorrei esser un cardiochirurgo
per poter scrutare nel tuo cuore;
vorrei essere il tuo respiro per non perder
neanche un attimo della tua vita;
vorrei esser un vigile del fuoco per poter
spegnere l'incendio che divampa in me al sol pensarti;
sono solo un pover uomo con tanti limiti,
tanti sogni e tanta speranza.

giovedì 18 giugno 2009

La poesia

Poesia poesia che per tanti e' una idiozia!
tu ti dici che me frega della gente,
l'essenziale e' che il poetare mi aiuta a volare;
a che serve far la rima se il mondo va come prima!
tu ti dici anche se non cambia niente,
e' scontato che la rima mi regala l'autostima;
l'importante nella vita
e' non prender tutto sul serio e far si'
che la poesia non disdegni l'ironia;
la poesiola e' bella e fatta
con la rima che si adatta,
sono pronto per volare e nel ciel declamare,
con l'autostima ho esagerato ma mi sento fortunato.

mercoledì 17 giugno 2009

Montagna assolata

Il cielo terso, pieno di una luce intensa,
rinfranca le menti degli uomini
offuscate da un inquinamento esistenziale;
la difficolta' di vivere e capire
l'arcano mistero della vita
e' rischiarato dalla vivida luce e
si scioglie come neve al sole;
l'intenso bagliore della montagna assolata,
testimone della presenza di un Dio
spesso non capito e dimenticato,
emana col suo piu' fulgido spendore
l'aiuto e la speranza alle anime perse e angosciate.

martedì 16 giugno 2009

Ritorno alla terra madre

Bisogna seppellire i morti
con la carezza della terra;
anche senza lacrime,
anche senza amore di nessuno,
ma la carezza della terra
dice che tu sei nato,
un giorno qualcuno ti ha fatto esistere;
la terra, anche se fredda,
anche se non ne ha voglia,
ripete il gesto della madre
che ti tenne nel grembo amoroso,
in quelle acque di mistero.

lunedì 15 giugno 2009

Giovani innamorati

Nelle sere d'estate,
sotto un cielo di stelle,
su un terrazzo si ballava abbracciati
in un dolce silenzio;
una musica tenue accompagnava
le parole di una canzone che diceva:
" ti voglio cullare, cullare posandoti su un onda del mare "........;
l'amore,il sentimento, il trasporto vicendevole
la facean da padroni e le mani,
le une con le altre intrecciate,
sembravan essere incollate;
parole dolci,sospiri profondi,
baci di fuoco facean da cornice
al capolavoro di una giovinezza
passata in fretta
ma vissuta con tanta tenerezza.

Riflessione

Le parole delle poesie
non intendono risolvere
i problemi dell'animo umano,
ma senz'altro sono
lo specchio di come sono vissuti.

sabato 13 giugno 2009

Amore tsunami

Non posso piu' aspettare ma devo pazientare;
vorrei poter partire per non piu' soffrire;
vorrei andar lontano senza sapere dove, senza saper perche';
vorrei aver il coraggio di andar via da te;
mi dici che mi ami e come uno tsunami mi porti via con te.

venerdì 12 giugno 2009

Amore incondizionato

Solo tu riscaldi il mio cuore,
solo da te mi vengono parole di conforto,
i tuoi occhi nei miei occhi scrutano
la mia anima persa d'amore per te.

giovedì 11 giugno 2009

Epitaffio

Da morto in vita vorrei ritornar;
da vivo volevo morir.

martedì 9 giugno 2009

I mali della vita

Angoscia,ansia, dolore, paura, sofferenza,
abbiate pieta' dell'uomo inerme, date tregua
a chi ne e' afflitto e non vi accanite
contro chi e' gia' sconfitto.
la vita spesso e' dura
ma tutto e' piu' facile senza paura;
se il corpo geme di dolore e
il tuo essere e' sofferente,
scaccia il nemico dalla tua mente;
se la paura ti assale
nel giorno o nella notte,
chiedi aiuto a chi e' piu' forte;
se la sofferenza e' dura a passare,
non ti far cruccio e vai avanti a campare;
quando pensi di non farcela piu'
sarebbe opportuno un tirami-su';
con l'ironia e con con la sorte,
vedrai che prima o poi arrivera' la morte.

sabato 6 giugno 2009

Perduto amore

Lui e' li' in un cantuccio della tua mente;
tu trascini la tua vita
come se lui non esistesse,
ma sai che non e' cosi';
cerchi di distrarti,
lavori, ti crei degli interessi,
sei super attiva ma il pensiero di lui
come un segugio non ti da' tregua;
ripeti a te stessa mille volte al giorno
che e' finita, finita per sempre,
ma poi all'improvviso hai la sensazione
di sentire le sue mani fra i tuoi capelli;
sei disperata, disorientata e
ti vien una gran voglia di cioccolata;
la cioccolata non ti basta e
ti rimpinzi di pasta;
pensi per un attimo che domani sara' migliore
ma poi ti dici, che cosa e' la vita senza amore !!!!!!!!.

giovedì 4 giugno 2009

Ferrara visitata

Oh Ferrara a mio padre cosi' cara
mi hai fatto stancare per farti rimirare;
il tuo castello e' proprio bello,
tutt'intorno vi scorre l'acqua e la luna si rispecchia;
cattedrale a san Giorgio dedicata
ma la Vergine e' assai pregata;
nella piazza Ariostea, a fine maggio,
i tamburi delle contrade fan richiamo alle altre strade,
si contendon il primato che tutto l'anno sara' lodato;
un po' di storia triste e spietata
dai suoi ghetti e' raccontata;
dall'ebraico cimitero
si riconosce il tuo cuore vero.

mercoledì 3 giugno 2009

Vent'anni insieme anniversario con le mani

Ci voglion quattro mani
per numerar vent'anni;
Le tue mani con le mie unite a testimonianza
di vent'anni di vita percorsi insieme;
mani testimoni che anche nei momenti
difficili si son cercate;
mani che hanno saputo accarezzare;
mani che hanno asciugato lacrime e consolato;
mani che venti anni fa' si stringevano
con l'ardore e l'impazienza della giovinezza;
mani che l'usura del tempo ha segnato
trovan sempre la forza di cercarsi
con maturita' e consapevolezza;
mani che ci contate il tempo
fateci gli auguri battendovi l'una contro l'altra
come ad applaudire noi due attori
protagonisti della nostra vita insieme.

Informazioni personali

La mia foto
Italy
libero pensatore e poeta per caso

Archivio blog

Lettori fissi