Ricerca personalizzata

La poesia è l'arte di usare, per trasmettere un messaggio, combinatamente il significato semantico delle parole e il suono e il ritmo che queste imprimono alle frasi; la poesia ha quindi in sé alcune qualità della musica e riesce a trasmettere emozioni e stati d'animo in maniera più evocativa e potente di quanto faccia la prosa

domenica 31 luglio 2011

Cammino solo nella notte

Cammino solo nella notte
ti penso intensamente
l'oscurità è luce
luccica ogni cosa, tutto è sfavillante.
Il sol pensarti illumina la mia mente,
quando nostalgia m'assale
allungo il passo, quasi corro,
devo arrivare in fretta alla fonte del mio amore.

sabato 30 luglio 2011

Quell'amore

Quell'amore che ti ha fatto sognare
quell'amore che ti ha fatto volare
quell'amore fatto di dolci carezze
quell'amore di tenerezze
quell'amore di pensieri e sospiri
quell'amore di trepidanti attese
quell'amore che ti ha fatto ingelosire
quell'amore che se mancava ti sentivi morire,
serbalo nello scrigno della mente e del cuore,
il suo ricordo ti terrà compagnia
quando solo e vecchio ti verrà nostalgia.

giovedì 28 luglio 2011

Ho incrociato il tuo sguardo

Con occhi spalancati ho incrociato il tuo sguardo
attrazione e angoscia nell'anima mia.
L'armonia del tuo corpo visione fatale,
immensa voragine in tutto il mio essere.
Ho udito la tua voce come dolce melodia,
ho sognato per un attimo tu fossi mia.
Ti sei dileguata tra la folla vociante
sui miei occhi è scesa malinconia
non mi resta che guardar le stelle,
incrociar lo sguardo con le più belle.

martedì 19 luglio 2011

La voce interiore

E' mera fortuna
se dentro di te senti una strana voce,
ascoltala con attenzione
tienila in attenta considerazione.
Lei è tua amica
lei è lì per aiutarti a capire,
lei non tradisce,
è lì per non farti soffrire.
Nel mistero della vita
si alternano gioie e dolori,
la voce interiore ti viene in soccorso
illumina la strada del tuo percorso.

lunedì 18 luglio 2011

Crudele abbandono.

Di notte furtivamente
con mani tremanti
il cervello in subbuglio
deponi in un grigio cassonetto
un gemente fagotto.
Il miagolio di un micetto
sembra implorare pietà
per quell'innocente che colpa non ha.
Ti sei liberata dalla catena del cordone ombelicale
della tua creatura che dovevi solo amare.

domenica 17 luglio 2011

Coup de foudre

Due anime s'incontrano e restano folgorate,
come magneti in reciproca attrazione,
soave anelito d'unione.
Coup de foudre che accende l'armonia,
le scintille attizzano il fuoco della consapevolezza,
si è certi che lo stare insieme è l'unica salvezza.
Il soffio gelido della solitudine è ormai lontano
si è invasi dal mal d'amore
che riscalda e fa gioire il cuore.

venerdì 15 luglio 2011

L'anima è come fornace

L'anima è come fornace
la sua brace sempiterna
è alimentata dalla fiamma dell'amore.
Senza amore diventa fuoco spento,
cenere in balia del vento
incapace di vero sentimento.
L'attenzione, la pazienza,
la cura della propria fornace
spetta ad ogni essere umano,
nella società più la brace dell'amore arderà
più si potrà vivere una vita di serenità.

giovedì 14 luglio 2011

L'assillo della morte

Con un volto da spavento
viene spesso a trovarmi
l'assillo della morte,
ha un ghigno beffardo
sento sul collo il suo fiato ansante,
per farmi coraggio le lancio una sfida
le dico prendimi, prendimi in questo momento,
facciamola finita, prenditi pure la mia vita.
So già per esperienza che se ne andrà sghignazzando,
ritornerà per tormentarmi ancora
arriverà davvero quando Dio vorrà.

mercoledì 13 luglio 2011

Lo chiamano progresso

Progredire è anche un pò morire,
progredire con l'età è sempre più
un avvicinarsi all'Aldilà.
Progredire dovrebbe essere maggiore civiltà,
ma senza sana moralità tutto è inciviltà.
L'esasperato consumismo ci ha regalato
una società piena di rifiuti,
una civiltà delle discariche legali e illegali
che spesso sono letali.
La maggiore soddisfazione dei bisogni
necessita sempre più di energia che procura inquinamento,
tant'è che spesso, per respirare s'invoca pioggia e vento,
per produrla si ricorre al nucleare,
che intere popolazioni può debellare.
Progresso sono anche nuovi e sofisticati armamenti
che servono ai potenti per fare i prepotenti.
E' sotto gli occhi di tutti che questo progresso
così strutturato deve essere profondamente ridimensionato.
L'uomo ha bisogno di ritrovare la propria dignità
di essere umano dotato d'intelligenza e fragilità.

martedì 12 luglio 2011

Primo amore

Com'era bello quel batticuore
che mi assaliva prima d'incontrarti,
l'attesa, con la mente ricolma di pensieri,
paure infondate e il turbinio di un sentimento
così profondo che mi isolava dal resto del mondo.
Bastava un tuo leggero ritardo per farmi allarmare,
s'insinuava il tarlo che la felicità potesse svanire,
fra di noi tutto finire.
Finalmente il vialetto dei giardini si riempiva di te,
il tuo incedere di adolescente donna
ai miei occhi era come apparizione della Madonna.
Ti venivo incontro quasi correndo
ci abbracciavamo forte forte
nel tuo dolce sorriso ritrovavo la calma e il paradiso.

venerdì 8 luglio 2011

Urloterapia

Quando l'anima è inquieta
quando hai una strana agitazione
quando non trovi sbocco in una situazione
quando la noia ti assale
quando senti dentro un vuoto che non riesci a colmare
prova con l'urloterapia.
Praticala in un posto isolato
dove la gente così detta normale
non si possa scandalizzare.
Da solo, in auto, è l'ideale,
con la radio accesa ti puoi lasciare andare.
Urla come una prefica che con pianti e grida
accompagna un funerale,
cerca fin che puoi di coinvolgere tutto il tuo essere
vedrai che ti sentirai rinfrancato dal tuo malessere.

giovedì 7 luglio 2011

Con l'arcobaleno ritorni da me

Dopo il litigio sei andata via
tumulto nell'anima mia
desiderio di te, tanta malinconia.
Il cielo come l'umore diventano grigi,
pioggia battente e folate di vento,
cerco riparo, sono scontento.
Dopo il fugace temporale estivo
l'afa si è attenuata, l'aria rinfrescata,
l'arcobaleno appare all'orizzonte,
avvolge come in un amplesso il cielo e il mare,
ritorna anche tu mio sole, mio eterno amore.

mercoledì 6 luglio 2011

Da sempre ti ho cercata

Sul mio incerto cammino solo illusioni,
una intera vita ad aspettarti,
da sempre ti ho cercata.
La mia anima e la tua
attratte come magneti,
la magica scintilla ha attizzato
il fuoco del grande amore.
Quanto tempo sprecato lontano da te,
quanta vita consumata e non vissuta
ora ci sei e resterai per sempre,
vivremo in simbiosi
gli ultimi scampoli della nostra vita.

Il secchio dei cattivi pensieri

Non temere i cattivi pensieri
quelli che angosciano l'anima
intristendo i giorni della tua vita.
Periodicamente,
solleva il coperchio del pozzo sopra il tuo capo,
tira con la catena il secchio
colmo di menzogne, tradimenti ed egoismo.
Quando l'avrai prosciugato, riposati,
spalanca le braccia e prova a volare.

domenica 3 luglio 2011

Le lacrime del mondo

Vorrei poter raccogliere in un sol momento
tutte le lacrime del mondo,
offrirle a te oh Signore che guardi
dall'alto della croce del dolore.
Ti chiedo di accettarle con particolare attenzione.
Quelle dei vecchi abbandonati,
quelle dei diseredati,
quelle di tutti i sofferenti,
i lacrimoni dei bambini affamati ed assetati,
a volte valgono più delle preghiere
dal cuore sgorgano sincere.

sabato 2 luglio 2011

Sono fuori dall'utero sociale

Mi seguono ombre oscure,
silenzi assordanti, soliloqui balbettanti,
mi perseguita una strana agitazione
senza meta porto i miei passi,
non mi aspetta più nessuno
la bottiglia mi terrà compagnia
su una panchina dirò così sia.
Sono fuori dall'utero sociale che mi conteneva
sono un così detto emarginato,
dalla vita prendo in prestito le ore
fino a quando vorrà battere il mio cuore.

venerdì 1 luglio 2011

Lo gnomo sull'orecchio

Ho inciso sul lobo dell'orecchio destro
un minuscolo tatuaggio di uno gnomo saggio
lui mi parla piano, quasi sussurrando
mi avvisa quando sto sbagliando.
Per le questioni di cuore è un vero toccasana,
riesce ad avvisarmi in tempo
quando si profila qualche gran tormento.
Per la salute sa tenermi a freno,
se trasgredisco a lui gliene può fregà de meno.
Tutto sommato per me è un vero amico
che mi fa sembrar più fico.

Sul nostro scoglio.

Ogni giorno al calar del sole
ritorno sul nostro scoglio,
lì per la prima volta sfiorai le tue dolci labbra.
Quando il rosso cielo si fa tutt'uno con il mare
il mio pensiero come in un amplesso
nell'incantevole cielo si lascia trasportare.

Informazioni personali

La mia foto
Italy
libero pensatore e poeta per caso

Archivio blog

Lettori fissi