Ricerca personalizzata

La poesia è l'arte di usare, per trasmettere un messaggio, combinatamente il significato semantico delle parole e il suono e il ritmo che queste imprimono alle frasi; la poesia ha quindi in sé alcune qualità della musica e riesce a trasmettere emozioni e stati d'animo in maniera più evocativa e potente di quanto faccia la prosa

lunedì 30 giugno 2014

SOGNO RICORRENTE

Sotto un verde salice piangente
a scambiarci dolci effusioni d'amore
là, in un giardino fiorito,
l'avevo baciata la prima volta.

Nello sfiorare le sue labbra
tutto il mio essere era pervaso
da un fuoco ardente.

Sogno spesso
quella magica sera di luna calante
e al mio risveglio
cerco invano il salice piangente
ma devo accontentarmi
del sogno ricorrente.

domenica 29 giugno 2014

CI SONO DEI SOGNI CHE NON SI POSSONO RACCONTARE

Lei dolce creatura
abitava su una nuvola bianca
vicino alla mia.

Prima che il cielo
diventasse tutto azzurro
è venuta a trovarmi.

Avevamo così poco tempo
per fare l'amore.

Quegli attimi d'intensa felicità
mi hanno fatto urlare
d'immenso piacere.

A mia moglie
che mi dormiva accanto,
col cuore in gola,
le ho detto d'aver avuto un incubo.

Mi sono riaddormentato
con la speranza
di sognarla ancora.


sabato 28 giugno 2014

PARLAMI


Spalancami amore mio
le porte del tuo cuore

Apri lo scrigno
dove nascondi
i tuoi reconditi segreti

Liberati dalla zavorra
che appesantisce
la tua anima.

Ascolterò in sacro silenzio
le tue intime pene

Il tuo dolore 
sarà il mio dolore

Asciugherò le tue lacrime
con le mie labbra.

IL MISTERO DEI TUOI OCCHI

Era un dolce giorno di primavera
mi bastò guardarti negli occhi
m'assalì un brivido
che mi fece scuotere l'anima.

Sguardo profondo e invitante
sguardo che ancora porto nel cuore
sguardo che ancora mi pulsa nelle vene
accende la mia fantasia.

Col mistero dei tuoi occhi
riesco ancora a sognare
e per qualche attimo ritorno a volare.

IL PITTORE E IL PAESAGGIO

Col pennello in mano,
per un attimo,
il pittore fissa la tela.

Poi il suo sguardo
si sposta veloce
su ripide vette,
abbraccia fresche cascatelle
d'acqua purissima,
mentre dall'azzurro cielo
il sole coi suoi raggi
indora la vallata.

Indugia il pittore
prima di dare inizio all'opera
per un innato senso del pudore
nei confronti del Creatore.

Vuole imprimere bene
nella sua mente
di cotanta natura la bellezza
per poi riportarla sulla tela
come dolce carezza.

I NOSTRI PROBLEMI COME ALIBI

Come siamo lontani da noi stessi
sempre indaffarati a risolvere
i nostri problemi quotidiani.

I problemi a volte diventano
l'alibi per non scrutarci dentro
per non voler scavare in profondità
gli aneliti della nostra anima.

Spesso i problemi ce li creiamo
per non voler capire
quello che realmente siamo
e quello che vogliamo.

venerdì 6 giugno 2014

LEI VERRA' QUANDO DIO VORRA'

Mi piacerebbe fare l'esperienza della morte
m'incuriosisce sapere e vedere
cosa accade a quest'anima
che tutti percepiamo esista
e che nessuno l'ha mai vista.

Magari una morte temporanea
che mi tolga una volta per tutte
quest'ansia ancestrale
che come belva feroce m'assale.

So che non è possibile
posso soltanto tentare con l'immaginazione
far finta di morire
per poi subito rinvenire,
lei verrà quando Dio vorrà
lasciandomi nel dubbio atroce
con la mia ansia e la mia croce.

giovedì 5 giugno 2014

IL NOSTRO AMORE

Il nostro amore
scoppiato all'improvviso
scrosci di pioggia
battente sui nostri corpi
violento temporale
che con i suoi lampi
illumina le nostre anime.

Il nostro amore
vento impetuoso
spazza via le nostre malinconie
ci fa volare insieme
nel profondo vortice
d'una passione senza fine.

CHICCOLINO/A

Quando chiccolino/a già concepito
metterà il suo capino
fuori dal pancino
troverà ad accoglierlo/a
con tutta la gioia di questo mondo
la sua bella mammina Fabianina,
il super emozionato papà Michele,
due giovani e belle zie,
due nonne pimpanti
e un vecchio nonno brontolone.
Un altro nonno che è già volato in cielo
veglierà da lassù
e chiccolino/a crescerà
sano/a, forte e sincero/a
come noi tutti che l'aspettiam quaggiù.

martedì 3 giugno 2014

GLI SCHIAFFI ALLA MISERIA

Si beve e si mangia
come se dovessimo morire domani
molti altri risparmiano e accumulano
come se dovessero far baldoria
anche dopo la morte.

In entrambi i casi
si danno schiaffi alla miseria
di tanti fratelli che vivono di stenti.

Questo non vuole essere
il solito sermone
del rompi coglioni di turno
ma dura realtà
che deve far riflettere
l'intera umanità.

lunedì 2 giugno 2014

INCOMPRENSIONI

Dopo tombali silenzi d'incomprensione
c'è un moto dell'anima
che libera le parole dalla clausura,
come da bocca di fuoco di cannone
escono cascate di frasi liberatorie.

Stupiscono chi le pronuncia
non si è più capaci di fermarle,
sono parole che feriscono,
umiliano, offendono,
sono parole capaci di far naufragare
il mare della convivenza civile.

E' rivoluzione dell'anima e della mente
inesorabilmente conduce
alla conflittualità permanente.

Solo il trascorrere del tempo
potrà far intravedere barlumi di luce
e con pazienza ricucire gli strappi
per una riconciliazione
o una definitiva separazione.

domenica 1 giugno 2014

TI AMO

Scalando le più alte vette
dalle loro cime innevate
ho gridato tutto il mio amore per te.

Ho portato il nostro amore
sulle onde di mari sconosciuti
riempiendo bottiglie di pizzini
con scritto ti amo.

Ho fatto volare mille aquiloni
col tuo nome colorato nel vento.

Nell'arido deserto ho guidato cammelli
fino a sperdute oasi
scrivendo il tuo nome
sulla cocente sabbia.

Ora che son vecchio
con la mano tremante
scrivo il tuo nome
su dei fogliettini e se mi riesce
disegno dei cuoricini.

Informazioni personali

La mia foto
Italy
libero pensatore e poeta per caso

Archivio blog

Lettori fissi