Ricerca personalizzata

La poesia è l'arte di usare, per trasmettere un messaggio, combinatamente il significato semantico delle parole e il suono e il ritmo che queste imprimono alle frasi; la poesia ha quindi in sé alcune qualità della musica e riesce a trasmettere emozioni e stati d'animo in maniera più evocativa e potente di quanto faccia la prosa

lunedì 30 dicembre 2013

Un'ora d'amore

Un 'ora d'amore
non mi basta
ti voglio per sempre.

Tu nella mia vita
devi esistere
come esistono le stelle,
il sole, il, mare, la luna.

Come ogni giorno
c'è l'alba e il tramonto.

Ogni giorno che io vivo
ogni attimo
lo voglio vivere con te.

Un'ora d'amore
mi lascerebbe solo rimpianto
di non poterti stare
per sempre accanto.

sabato 28 dicembre 2013

Sotto il melograno

Torno spesso a visitare
l'angolo di quel fiorito giardino
dove riponevamo i nostri sogni.

Mi siedo sotto il melograno
il ricordo va al giorno in cui
ne cogliesti uno tutto colorato
e in cambio d'ogni chicco
volevi ti dicessi ti amo.

I miei occhi si posano
sul luccichio delle stelle
trovando lo spontaneo coraggio
di piangere la mia solitudine.

venerdì 27 dicembre 2013

Lui da lì era partito

S'affrettava la sera
ad accender le stelle
la notte aspettava impaziente
di calar le sue tenebre.

Lei sempre vestita
di nero come la notte
s'aggirava per le strade deserte.

Arrivava fino in fondo al molo
a guardare lontano
dove la luce del faro
si specchiava nei bui flutti del mare.

Lui da lì era partito tanto tempo fa
con negli occhi l'amore
e nell'anima il suo cuore.

sabato 21 dicembre 2013

Nell'eterno carnevale della vita

Maschere noi siamo
sotto mentite spoglie
ci mostriamo.

Per voler sembrare
quello che non siamo
camuffiamo perfino i sentimenti
per apparir felici o sofferenti.

Siamo tutti comparse mal pagate
per quattro soldi
siam disposti a vendere l'anima
pur di restare protagonisti
nel teatrino dei burattini.

So che ci vuol molto coraggio
ma almeno nell'amore
assecondiamo
quel ci detta il cuore.


venerdì 20 dicembre 2013

U sparatrap alias cerotto per medicazione due


U sparatrap di Minervino
dal nome strano ma efficace
panacea per taglietti e piccole ferite
nulla può quando sanguina il cuore
per questioni d'amore.

In tal caso è meglio servirsi
di un potente talismano
che ti sappia dare una mano,
faccia cambiare rotta al destino
rimarginando le ferite del cuoricino.

Dopo l'amore

Su quel letto disfatto
con le membra stanche
giacciono i nostri corpi
pregni di soddisfazione.

Dopo l'amore
intenso torpore

Ancor le mie mani
sul tuo bel viso
che dorme soave
abbozzando un sorriso.

Sono il primo a svegliarmi
resto lì a contemplare
le tue nudità
con la speranza
di far dei tuoi sogni
felice realtà.

Ti voglio adesso

Sospiri che si perdono sulle ali del vento

Desideri che schiumano come onde del mare
per perdersi sul bagnasciuga

Basta coi sospiri
Basta coi desideri

Io ti voglio adesso
ti voglio ogni istante
ti voglio per sempre

Quando verrò da te
accoglimi con l'anima
e con tutto il tuo amore

Fammi sentire
con le tue carezze
i fremiti del tuo soffice corpo.




giovedì 19 dicembre 2013

Una notte da incubo

Una notte da incubo che sembrava non finisse mai. Mi son venuti in sogno tipi strani vestiti da astronauti con degli strumenti luminosi che mi tagliavano ogni parte del corpo. In un batter d'occhio mi sganciavano le gambe, le braccia, la testa, poi estirpavano il complicato intestino, mi toglievano tutte le costole e con le vertebre c'è voluta tanta pazienza, quando dovevano estrarmi il cuore, quello che sembrava il capo ha detto con voce meccanica " fate molta attenzione ".
 Io continuavo a chiedere titubante, perchè mi fate tutto questo ?
La voce meccanica perentoria rispondeva " per cercar di trovare l'organo che non funziona ".
Ho voluto chiedere anche che cosa sarebbe successo alla mia anima, la solita voce meccanica quasi infastidita ha risposto: " Cos'è l'anima ? Per noi non esiste, non è di nostra competenza ".
Al risveglio il mio primo pensiero è stato  di controllare il mio corpo in ogni sua parte, apparentemente sembrava tutto a posto, e per l'anima non mi sono preoccupato più di tanto sapevo già a chi rivolgermi.

N.B. Dimenticavo di dire che si son portati via il cervello per una completa revisione.

mercoledì 18 dicembre 2013

Tommaso e la paura del Natale

Tommaso sei anni è il maggiore di tre fratellini, è disperato,
con dei lacrimoni che rendono ancor più belli i suoi occhioni,
chiama mamma mamma ho paura, ho paura del Natale che sta per arrivare.
Non abbiamo denaro per fare l'albero, il presepio, i regali,
papà è andato via e la maestra ha detto che questa è la festa più importante che ci sia.
La mamma con un groppo in gola dice, Tommaso non ti devi preoccupare,
Gesù Bambino nascerà anche se non abbiamo denaro e proprio per questo motivo
ci vuole più bene.
Farà sentire nei nostri cuori tanto amore e una grande  gioia.
Un po' rincuorato dalle parole della mamma Tommaso s'infila il grembiulino
e prima d'andare a scuola va a dare un bel bacino al neonato fratellino.

lunedì 16 dicembre 2013

" Dille ti amo "

Alla fine del giorno
quando tutt'intorno è silenzio
e il buio copre ogni cosa

Mi distendo sul letto
con gli occhi persi nei sogni
aspetto il mio amore di sempre
che stende il suo stanco corpo
accanto al mio.

Un altro giorno della vita
sta per volgere al temine,
un brivido m'assale,
di anni ne son passati tanti
e nel bene e nel male
abbiamo superato
qualsivoglia temporale.

Quello che è ora importante
è che io possa ancora
stringere la sua mano
e sentire l'anima suggerire
alle mie labbra " Dille ti amo ".

domenica 15 dicembre 2013

Vorrei morire sotto un albero

E' sotto un albero
che vorrei morire.

Ora che arriva Natale
di alberi finti
se ne fanno tanti
pieni di luci
e tutti luccicanti.

Ma il mio albero preferito
resta il cipresso
che come sentinella
controlla i cimiteri.

Lui t'accompagna
nell'ultima dimora
è un albero serio
di cui ti puoi fidare.

Ha un cipiglio ombroso
consapevole che stai andando
all'ultimo riposo.



sabato 14 dicembre 2013

Frutti d'amore

Quando ero giovincello
avevo sparso
i semi dell'anima al vento
con la speranza
che nell'alto dei cieli
potessero germogliare
stupendi frutti d'amore.

Ora che tanti anni son passati
di semi non ne spargo più
in compenso godo
dei frutti d'amore
che nel tempo sono maturati
e della mia anima
si sono impossessati.

giovedì 12 dicembre 2013

Siamo miliardi di esseri umani

Siamo miliardi di esseri umani
avvolti nel mistero
della vita e della morte

Trasciniamo i nostri passi
in una esistenza
dove spadroneggia la ragione
che spesso veste gli abiti
dell'incomprensione

Siamo miliardi di esseri viventi
dotati di un cuore e di un'anima
che ci mettono in condizione
di poter tanto amare

Ma ahimè
spesso l'amore che possediamo
inutilmente lo sprechiamo
o a noi stessi lo rivolgiamo.


mercoledì 11 dicembre 2013

Il suo amore come torrente in piena

Sentiva nel suo corpo
nella sua anima
nella mente
le tracce del mio amore.

Quando partivo
dopo le sue telefonate
ero lusingato
e con il cuore pieno di gioia.

Mi diceva che aveva
sulla pelle il mio odore,
sulle labbra il mio sapore
e negli occhi scorgeva
la mia anima piena d'amore.

Io ero contento
d'essere tanto amato
il suo forte sentimento
come torrente in piena
trascinava il nostro amore
nel fiume della passione.

martedì 10 dicembre 2013

Dopo tre giorni di silenzio

Dopo tre giorni di silenzio
ho coperto il tuo corpo di parole
dalla mia bocca
come fiume in piena
sono uscite
frasi dolci e pungenti
che hanno avvolto
tutto il tuo essere.

Sei rimasta sbalordita
sorpresa della mia reazione,
anche tu hai voluto
sciogliere le catene del silenzio,
per riaprire il dialogo
capace di placare il ribollire
delle nostre anime inquiete.




lunedì 9 dicembre 2013

Nell'oscurità della stanza

Nell'oscurità della stanza
danzano sul muro
le ombre dei miei pensieri
in un angolo
scorgo il tuo viso
con gli occhi
bagnati di pianto.

Ci son dei pensieri
chiusi in gabbia
non si palesano
non riescono ad essere
neanche ombre danzanti.

Sono i pensieri
del mio tradimento
che rimorde l'anima
e ti procura il pianto.

sabato 7 dicembre 2013

Voglio che tu sia

Amore mio
aprimi lo scrigno
dove nascondi
le tue più intime emozioni
fammi partecipe
dei tuoi segreti
rivelami le tue sensazioni.

Voglio che tu non sia
solo uno stupendo corpo
dispensatore
dei miei insaziabili
appetiti sessuali.

Voglio che tu sia
la compagna della vita
che abbraccia la mia anima
per insieme tentare di volare.

domenica 1 dicembre 2013

L'amica morte

La morte che arriva
durante il sonno
è da considerarsi amica
ha scelto il momento migliore
per venirci a trovare
senza farci penare.

Ci si addormenta
con il cuore sereno
ignari di trovarci
da lì a poco
fra i colori dell'arcobaleno.

Per chi resta,
per gli affetti più cari
può essere di consolazione
il sapere il proprio congiunto
in un'altra dimensione
senza aver sofferto
alcuna umiliazione.


sabato 30 novembre 2013

Bianca neve

Scende sulla buia notte
neve silenziosa
candida come
bianco cuscino
di letto di madre
bagnato di pianto.

Lacrime
in trepida attesa
che piangono un figlio
imbottito d'una bianca neve
che distrugge l'anima
e ottenebra la mente.



giovedì 28 novembre 2013

Mi manca il suo benefico calore

Vento gelido
attanaglia l'anima mia
la fa tremare
la rende insicura
nelle turbolente
vicissitudini della mia vita.

Mi manca
il suo benefico calore
senza il fuoco
del suo amore
tutto il mio essere
è come albero
senza radici.

Ti vorrei subito
in questo istante
accanto a me
non farmi aspettare
non indugiare
mandami un cenno
del tuo ritorno
sprigionerebbe scintille
capaci di riaccendere
il fuoco che ardeva
nell'anima mia.

mercoledì 27 novembre 2013

Andare via dal porto sicuro

Sei irrequieto
sempre in viaggio
tanta voglia d'evadere
di cambiare aria
fuggire da lei
che è porto sicuro.

Quando esausto e stanco
avrai voglia di riposare
cercherai inutilmente
di dirigere la tua barca
verso quel porto sicuro
che ormai ha spento il faro.

Noi due viandanti innamorati

Gocce di fresca rugiada
sui tuoi occhi pieni di lacrime
con le mie labbra
indugio sulla tua calda fronte
con le mie mani
accarezzo le umide ciglia
momenti d'intensa tenerezza,
noi due viandanti innamorati
alla ricerca della strada maestra.

martedì 26 novembre 2013

Col senno di poi

Come sciogliere
i nodi che t'attanagliano l'anima!
tutti ti dicono,
Dai che ce la fai
Non ti devi scoraggiare
Vedrai che tutto si risolve
Il tempo è galantuomo
Pensa alla salute e divertiti
Forse non ti rendi conto
di quanto sei fortunato.

Tentativi d'ogni specie tutti falliti.

Quando finalmente,
col senno di poi,
diventi consapevole
che forse non valeva la pena
di passare tutta la vita
a cercare di risolvere
i  problemi esistenziali
è ormai troppo tardi.

domenica 24 novembre 2013

Vivere il presente

Porta le parole
nell'oasi del silenzio

Conserva i pensieri
nello scrigno del cuore

Contempla le sfumature
degli attimi fuggenti

I domani e i ricordi
lascia che si sparpaglino

Confondili nei meandri della mente
col piacere imminente
del godere il suo corpo che aspetta.

venerdì 22 novembre 2013

In soffitta un vecchio libro

In soffitta
su una vecchia libreria
ricoperta dalla polvere dei ricordi
prendo a caso un libro
l'accarezzo come un vecchio amico,
spunta una foglia secca
alla pagina quindici,
incuriosito mi soffermo
su alcune righe sottolineate
con la mia vecchia matita rossa :
" Spesso trascuriamo i valori del
presente per fermarci a fantasticare
su un domani diverso
che forse non arriverà mai ".
Quanta verità in queste poche righe
quanto tempo sprecato ad aspettare
quanto tempo buttato via a non amare
a non apprezzare il quotidiano
a desiderare sempre di più di quel che abbiamo
a consumare il tempo della nostra vita
in contese e inutili attese.

" Ti voglio far provare come nasce un amore "

In una sera d'estate
di tanti anni fa
su una terrazza
al chiaro di luna
sotto un cielo
ammantato di stelle
ti stringevo a me,
il quarantacinque giri
sussurrava :
" Ti voglio far provare
come nasce un amore
forse tu non lo sai ".
Nico Fidenco ignaro cantava,
lui non poteva sapere,
un grande amore
era già nato
nel mio cuor
per sempre t'avrei portato.


giovedì 21 novembre 2013

Il calore del suo corpo

Fiamma ardente
speranza incombente
urge nell'anima
il desiderio di lei
non mi basta più
rincorrere i sogni
sento in tutto il mio essere
spasmodica necessità
di sentire le sue labbra sulle mie.

Voglio trovare ancora
il calore del suo corpo
che divampa nell'anima,
sentire crescere in noi
quella strana sensazione
di fervente bollore
che c'inondò la prima volta.

mercoledì 20 novembre 2013

Nel confessionale dei sogni

In una tiepida notte d'estate
al cospetto d'un cielo stellato
con l'anima predisposta
ad un volo catartico
m'inginocchio a confessare all'infinito
i miei più intimi pensieri
le mie più profonde aspirazioni.
Il luccichio delle stelle
rischiara la mia mente
mi fa scorgere attraverso
la sua luce tutto il mio essere
proteso alla ricerca del vero amore.

lunedì 11 novembre 2013

Rincontrarsi in vecchiaia

Quando sei andata via
avevi dipinto sul viso
uno sguardo
d'elegante malinconia,
io imbizzito
mi ero chiuso
in un muto silenzio.

Dopo tanti anni
in un chiaro mattino
d'autunno
pieno di vento e di sole,
seduti su una panchina
come vecchi amici,
ci raccontavamo
le nostre solitudini.

giovedì 7 novembre 2013

Dopo calma piatta arrivi tu

Ogni risveglio si ripresenta
con le stesse modalità
stesse ansie
stessa noia
ogni giorno la stessa
calma piatta.

All'improvviso,
inaspettato,
un turbinio di vento
come fulmine a ciel sereno
coinvolge la mia anima
e la immerge
nelle frenetiche
emozioni della vita.

Dalla calma piatta
vivo l'uragano
sento nel più profondo
del mio essere
accendersi l'anima
riesplodere il vulcano
che da tempo immemore
era sopito.

Finalmente sei ritornata tu
che mi avvolgi
mi coinvolgi
riattizzi le braci dell'amore,
tu regina delle intemperie
mutevoli della mia vita.

mercoledì 6 novembre 2013

Aspettare

Questo continuo aspettare
dell'essere umano
dalla nascita alla morte
aspettare sempre qualcosa
aspettare sempre qualcuno.

A volte può essere
un aspettare pieno di desideri,
di speranza e d'amore.

Altre volte può diventare
un aspettare colmo di delusioni
e di sofferenza,
un tempo d'attesa in cui
vengono rubati
anima e corpo
e si è costretti a rinunciare
alla propria dignità.

Questo incessante aspettare
che ci fa danzare
a volte sulle note
d'un allegro minuetto
altre volte ci trova in un letto
sulle note d'una triste marcia funebre.

Questo aspettare
che ci nutre
di tante illusioni
poche certezze
poche carezze
molte sciocchezze
tanto darsi da fare
per un bel giorno
farci compiangere
o ignorare
al nostro funerale.


martedì 5 novembre 2013

Il nostro stare insieme

In un mattino
pieno di sole
i miei occhi
si specchiano
in una luce adamantina
la stessa luce
che mi riempie di te
anche nel buio
delle oscure notti.

Abbracciati
come due sanguisughe
sentiamo fondersi
le nostre anime
i nostri corpi gioire
nel dolce gioco
della sensuale passione.

Il nostro inebriante
stare insieme
è perpetuo splendore
è alba e tramonto
è pioggia e sole
è cielo e mare
è la realizzazione dei desideri
è la vittoria dell'amore.


domenica 3 novembre 2013

Tanti anni fa in ascensore

Com'era bello
quando ci rubavamo
i baci sulle panchine
dei giardinetti
a dirci tutto quello
che avevamo nell'anima
solamente con gli occhi negli occhi
e poi inventarci
di battere il guinness dei primati
di baci in apnea in ascensore
fino all'ottavo piano.
Sono passati una
infinità di anni
quando mi capita
di salire in ascensore
ho sempre una paura matta
che mi venga un malore.

giovedì 31 ottobre 2013

Senza meta

Per ogni sospiro
un fruscio di rami
vagabondo
in solitudine
fra rovi e cespugli
gli occhi nel sole
filtrano strano chiarore
delusione
speranza
nostalgia
vagherò senza meta
fino a sera
andrò incontro
alle tenebre
per oscurare
il suo ricordo.

mercoledì 30 ottobre 2013

Un indispensabile umile viaggio

Noi esseri umani
piccoli granelli di sabbia
nell'immenso deserto della vita
che abbiamo l'ardire
di sentirci grandi
di metterci al centro dell'universo
di avere la sfrontatezza
di sfidare le secolari leggi
della natura,
prima di tutto questo sentirci,
dobbiamo avere il coraggio
d'intraprendere un umile viaggio
nella profondità della nostra anima.
Solo quando avremo preso coscienza
della nostra pochezza e fragilità
potremo intravedere il cammino
da percorrere per arrivare
nel regno di Dio.

Investire nel bene

L'essere umano risparmiatore
non ha ancora capito
che l'investimento
più proficuo è far del bene.

I profitti superano di gran lunga
qualsiasi altra remunerazione
colmando l'anima
di serena letizia e infinita bontà.

martedì 29 ottobre 2013

Un barbone D.O.C.

Dormivo sotto i ponti
le panchine dei giardinetti
erano il mio salotto
il cibo e il vino non mi mancavano
ero felice
molta gente mi voleva bene,
senza chiedere mai niente a nessuno
ai cambi di stagione
mi regalavano anche capi
di vestiario dismessi ma firmati,
quando l'indossavo per la prima volta
mi sentivo figo.

Oggi tutto è cambiato
siamo diventati una marea,
sotto i ponti non c'e più posto
le panchine dei giardinetti
sono sempre occupate
e in quanto al mangiare e al bere
si riesce a stento a sopravvivere,
gli abiti che mi danno son degli stracci.

Una volta nella mia zona
ero l'unico barbone italiano
ero un barbone D.O.C.,
oggi c'è gente d'ogni colore
bianchi, neri, marrone, gialli
e una volta m'è capitato
di vedere anche extraterrestri
sbarcati sulla terra
di colore verde,
le loro navicelle avevano avuto
un guasto a Roma Centocelle.







lunedì 28 ottobre 2013

Tempesta ormonale

Gli sguardi s'intrecciano
si scrutano
indagano
sono come dardi
che trapassano il corpo
s'imprimono nella mente
e invadono tutto il tuo essere.

Prima che s'inneschi
la tempesta ormonale
t'assale un desiderio incessante
guardi il suo corpo
e con l'immaginazione
la baci, l'abbracci
la riempi di carezze.

Ti dici,
ogni cosa a suo tempo,
ti ricomponi
cerchi di mettere ordine
nei tuoi pensieri.

Eviteresti volentieri
tutti gli obbligati passaggi
vorresti fosse tua subito.

Succede molto raramente
ma quando accade
anche l'anima,
che è sempre prudente,
asseconda il corpo e la mente
e in esse scoppia
una gioia indescrivibile.

.




domenica 27 ottobre 2013

Trovare il giusto sentiero

Riorientare la nostra coscienza
con la meditazione
può aiutare a trovare il sentiero
che conduce ad una esistenza più serena.

La meditazione è come trivella
scava in profondità
alla ricerca della verità.

A volte la verità sconvolge
ci sconcerta
fa cadere le deboli impalcature
che ci eravamo costruiti
per giustificare i nostri comportamenti.

Meditare e scavare
nell'intendo di cercare noi stessi
conoscerci intimamente
e vivere in armonia con la gente.

sabato 26 ottobre 2013

Il silenzio

Perché non mi rispondi mai ?

Ho l'impressione di essere
al cospetto di chi si da
tante arie da saputello

Perché a volte m'incuti paura ?

Ma quando anch'io
sto in silenzio almeno
riesci a capirmi ?

Penso che sia
l'unico momento
che noi due ci capiamo

Nei nostri silenzi
c'è un intero vocabolario
tutte le comprensioni e incomprensioni

Però almeno una volta
prova a rispondermi
dammi la soddisfazione
di sentirti dire una sola parola

Silenzio di tomba.

giovedì 24 ottobre 2013

Andiamo spesso al santuario dell'anima

Periodicamente
è necessario intraprendere
pellegrinaggi nelle immense
praterie dell'anima

L'anima è il nostro
personale santuario
dove giacciono
i più reconditi desideri
dove spesso sono  ben celate
le nostre più intime aspirazioni

Visitiamola senza timore
cercando di non scalfirla
senza combatterla
con l'arroganza della ragione

Adoriamola, veneriamola
lei ha una corsia preferenziale
con il nostro cuore
ed è la detentrice
della nostra riserva d'amore.



mercoledì 23 ottobre 2013

" Un mi piace " su facebook

Hai avuto " un mi piace "
e ti senti il cuore in pace
te lo guardi con avidità
è il riconoscimento
alla tua genialità.

Se poi ti hanno anche taggato
è come se avessi fatto
la spesa gratis al supermercato.

Per chi ti ha condiviso
riservi sempre
un larghissimo sorriso.

Ma il massimo della goduria
è quando ti fanno un complimento
ti crescono le ali
e ti lasci trasportare dal vento.

Se qualcuno fa il bastian contrario
tu lo ignori o gli togli l'amicizia
e per consolarti ti mangi una liquirizia.

Ma la cosa più brutta
che ti possa capitare
è quando t'insultano gratuitamente
ti dicono delle cose non vere
il tuo amor proprio colpiscono
la tua anima feriscono.

Più di tanto
non ti devi preoccupare
basta schiacciare il pulsantino
e andarsi sereno a coricare.

In cielo avevano bisogno di un nuovo angelo

Come fiore
spezzato dal vento impetuoso
tu sei volata via in cielo

Avevano bisogno di un nuovo angelo
eri così giovane
avevi tanta voglia di vivere

Dove sei andata ?
Ora dove sei ?

Malgrado sia passato
tanto tempo
ti vedo dappertutto

Mentre scrivo
ti sto vedendo
in una splendida farfalla
che sfiora i miei capelli
ma non riesco a prenderti.

Voglia di poesia

Voglia di poesia
Voglia di esternare
Voglia di volare
Se hai nel sangue
queste benefiche malattie
non ti fare scrupoli
contagiale più che puoi.

Fa che i baci, le carezze e la dolcezza
la luna
i tramonti
le stelle
il mare
le bianche nuvole
l'azzurro cielo
e le vette innevate
siano l'antivirus per la guarigione
su ogni essere umano
che ha perso il ben della ragione.

martedì 22 ottobre 2013

Lavarsi le mani

Lavarsi spesso le mani
è igienico e indispensabile
sia i grandi che i piccini
le devono mettere
nei lavandini

Si detergono per scacciare via
microbi e sporcizia
per poi usarle
a piacimento
con oculata dovizia

Ma non si faccia mai
quel gesto rituale
con il preciso scopo,
così come fece Ponzio Pilato,
di lavarsi le mani
pur sapendo che
l'Innocente avrebbero ammazzato.

Dopo vento impetuoso salvifica neve

Vento impetuoso
spazza via zavorra dal cuore
soffia sul vulcano dell'anima mia

Nel suo turbinio
avvolge e sconvolge
ogni mio desiderio
ogni mio sentimento

Allontana definitivamente
le certezze d'una vita

Lapilli e lava incandescente
escono da tutto il mio essere
mi svuotano d'ogni mia
più intima aspirazione

Finito l'allucinante inferno
aspetto come manna dal cielo
cada salvifica e candida neve
che imbianchi l'anima mia

La renda pura e trasparente
con il suo candore
mi conduca sulla strada dell'amore.



lunedì 21 ottobre 2013

Fido e Tigre

Sotto un pallido sole
su un tappeto consumato
c'è cagnolino Fido addormentato
è svegliato da un rumore,
è Giacinto col trattore.
Suonan pure le campane
del vicino santuario
din don dan
din don dan
Fido guarda in alto il campanile
e ritorna a dormire.
Sul tetto c'è micio Tigre
dal musetto birichino
che va a caccia d'un topolino.
Tutto a un tratto
viene giù un acquazzone
il micetto vien giù dal tetto
e il povero cagnolino 
ha finito il pisolino.



domenica 20 ottobre 2013

Il Baracca col bottiglione e il borsone

Tutto attorcigliato su stesso
avvolto nel suo lacero cappotto
il Baracca trascina i suoi passi
verso la panchina
sua unica dimora.

Gli fan compagnia
l'amico bottiglione
e uno logoro borsone
che non abbandona mai.

Dopo essersi sdraiato
tira un lungo sorso dal bottiglione
apre con fare circospetto i borsone
ne estrae una vecchia fotografia
l'adagia sul suo petto
e forse sogna
di star con lei
su un comodo letto.



sabato 19 ottobre 2013

U marganat e la srenat

La matein a la veie dell'Angurnat
t'avev rialat nu marganat
e la sair sott a cast
avev m'pruvvsat na srenat.

Mamt subbt iev asseut saup o balcon
k nu ghigne stampat saup a la faccia
e preim d'achieud la prsian
nu sicchie d'acqua
saup a stu povr cristian.


La melagrana e la serenata

La mattina in via dell'Incoronata
ti avevo regalato una melagrana
e la sera sotto casa tua
avevo improvvisato una serenata.

Tua madre subito era uscita sul balcone
con un ghigno stampato sulla faccia
e prima di chiudere la persiana
un secchio d'acqua
sopra a sto povero cristiano.

La fortuna di salvare una vita

Se hai la fortuna
di salvare una vita
qualcosa di meraviglioso
succede nella tua vita.

Vivrai il resto dei tuoi giorni
con la costante presenza
della gioia nel cuore.

La tua esistenza
anche se prima vuota e insignificante
non sarà più alienante
e la tua anima risorgerà  a nuova vita
regalandoti serenità infinita.

Nei tuoi pensieri
l'aquilone che prima stentava
ad innalzarsi tornerà a volare alto
sorvolando il cielo e il mare
terrà nel cuore quel tuo fratello
che il Signore ti ha permesso di salvare.

Non considerarti mai un eroe
ma piuttosto un essere umano
guidato da un Angelo
mandato da nostro  Signore
per lenire un immenso dolore.










venerdì 18 ottobre 2013

R Ceras

T paiacevn assaie r ceras
t prumttipp ca ogni iurn
t n'accattav nu keil,
ma teu ogni ceras
m'aviv daie nu vas.


Le ciliege

Ti piacevano molto le ciliege
ti promisi che ogni giorno
te ne avrei comprate un chilo,
ma tu per ogni ciliegia
mi dovevi dare un bacio.

La bann d Maurudd

Quann ieve nu criaturidd
sott a cas cert volt
passav la bann d Maurudd,
Maurudd vstev alta uniforme
e purtav ncap nu cappidd cu pnnacchie,
sunav cu tamburr, u frischett
e na specie d triccheballak
mettev tanta allegrei
li cristian abbattevn r man
e Maurud sunan sunan
s'alluntanav chian chian.


La banda di Maurudd

Quando ero un bambino piccolo
sotto casa certe volte
passava la banda di Maurudd
Maurudd vestiva alta uniforme
e portava in testa un cappello col pennacchio,
suonava col tamburo, il fischietto
e una specie di triccheballacche ( strumento complicato )
metteva tanta allegria
la gente batteva le mani
e Maurudd suonando suonando
s'allontanava piano piano.

U ciamurr

Eccin, eccin, eccin,
quann men t l'aspitt
t ven u ciamurr,
tutt t dicn criscesant oppeur saleut,
ma li sant stonn saup o Paradeis
e la saleut biat a ce la ten.


Il Raffreddore

Eccin, eccin, eccin,
quando meno te lo aspetti
ti viene il raffreddore,
tutti ti dicono cresci santo oppure salute,
ma i santi stanno in Paradiso
e la salute beato a chi la tiene.

La festa della mia anima

Oggi diciotto ottobre
ho deciso
sarà la festa della mia anima

La decorerò con cotillon a forma di cuore
la farò risplendere con luminarie
del color delle stelle

Fuochi d'artificio sfolgoranti
illumineranno tutto il mio essere

Ma la gioia più grande me la darà lei
che giurerà eterno amore
e unirà per sempre
la sua anima  al mio cuore

Poi ci recheremo
in una chiesetta solitaria
e lì al cospetto di nostro Signore
gli chiederemo per sempre
eterno amore.




















giovedì 17 ottobre 2013

L'uomo sesso forte, che delusione

Uomo che da sempre
hai avuto la prerogativa
d'essere il sesso forte

Tu che hai intrapreso
guerre e genocidi

Tu che hai avuto
sempre il potere
nelle tue mani

Tu che hai sempre
spadroneggiato e sbeffeggiato

Tu che hai inquinato e schiavizzato

Tu che hai sempre trattato
le donne come strumento
di piacere

Tu che per la tua ingordigia
hai ridotto il pianeta terra
ad una discarica abusiva

Tu che sei stato padre
di tanti figli
ma non li hai mai messi al mondo

Ora che ti senti solo e abbandonato
l'unica via d'uscita per te è
di ritornar neonato

Rifugiarti nel porto sicuro
del grembo materno

Poi quando sarai cresciuto
ricordati che senza
una compagna
saresti solo mallo
senza castagna.

Un guscio senza noce
non ha nessun valore
lo si butta via,
che malinconia.


mercoledì 16 ottobre 2013

In aperta campagna

In aperta campagna
udiamo degli strani rumori
quasi dei fruscii,
poi un urlo.

Si pensa sempre al peggio
perchè viviamo
in una società
senza umanità,
dove nell'anima
alberga una costante paura.

Spesso fa bene
all'anima ricredersi.

Quella paura
che ci aveva colti di sorpresa,
altro non era
che l'esternazione
di due amanti
nella loro più intima e meravigliosa
passione amorosa.

L'autunno t'intristisce

So da sempre
che l'autunno t'intristisce
ti fai prendere spesso
dalla malinconia
la tua anima è avvolta
da bambagia intrisa di nostalgia.

Passerò dal tuo giardino,
prima che il vento le porti via,
su ogni foglia
scriverò parole d'amore
con la speranza
che possano dare conforto
al tuo triste cuore.

martedì 15 ottobre 2013

Mio amore mio tutto

Mio unico pensiero
dolce anima mia
facciamo che ogni nuovo giorno
sia tempio d'amore.

Il futuro accoglierà
le nostre esistenze
in un afflato
di puro sentimento
e d'incessante desiderio.

In ogni momento
in ogni istante della vita
m'inventerò cose fantastiche
per emozionare
e tenere sempre accesa
la fiamma del nostro amore.

lunedì 14 ottobre 2013

Nu yurn scip a Trlizz

Nu yurn scip a Terlizz
accumnzapp a faie tanta yalizz
fieur, fieur, fieur, e po semp fieur.
Neu a Mnarvein tnimm l'aria fein
tnimm u Far senza mar
tnimm li cardungidd
e kieu d tutt gavtamm
saup a na cullein d la Murge
ca pigghie u naum da Minerva,
yind all'anteic Roma
ieve la dea d la guerr,
d la saggezz, d la puiseie
e d la mdcein.


Un giorno andai A Terlizzi

Un giorno andai a Terlizzi
incominciai a fare tanti sbadigli
fiori, fiori, fiori, e poi sempre fiori.
Noi a Minervino teniamo l'aria buona
teniamo il Faro senza mare
teniamo i cardoncelli ( Funghi della Murgia )
e più di tutto abitiamo
sopra una collina della Murgia
che prende il nome da Minerva,
nell'antica Roma
era la dea della guerra,
della saggezza, della poesia
e della medicina.


Nu mestr bun

Saup o vang u calamar chiein d gnostr
yind a la man pront la penn
cu pnnein a palazz
u quadern a reighe strett.
Dettato:
Cenzinn chiange,
u mestr camein nanz e ndret
s ferm o vang d Cenzinn
vaid la pagen tutta gnacccat d gniostr,
senza deic mang na paraul
s'assett vicein  e l'aieut,
Cenzinn nan chiange chieu,
U dttat pot accumnzaie.


Un maestro buono

Sopra al banco un calamaio pieno d'inchiostro
dentro la mano pronta la penna
con il pennino a palazzo
il quaderno a righe strette.
Dettato:
Vincenzo piange,
il maestro cammina avanti e indietro
si ferma al banco di Vincenzo
vede la pagina tutta cosparsa d'inchiostro,
senza dire neanche una parola
si siede vicino a Vincenzo e l'aiuta,
Vincenzo non piange più.
Il dettato può cominciare.


domenica 13 ottobre 2013

Povero leone

Dallo sbranare gladiatori
e poveri cristiani
nell'acclamata arena
per il sollazzo
e svago
del Nerone di turno
ti ritrovi ai tempi nostri
a dar prova delle tue prodezze
in qualche gabbia
di circo equestre.
Negli zoo vivi da rincoglionito
con cibo a sazietà
e droga a volontà.
Oh vecchio re della foresta
ti hanno rubato il trono e la cresta,
tu che eri il simbolo della fortezza
l'essere umano
t'ha ridotto una schifezza.

sabato 12 ottobre 2013

La marmotta

Se per monti te ne vai
fra alte vette e verdi alpeggi
puoi incontrare la marmotta
con il suo fischio prolungato
del tuo arrivo
avviserà tutto il vicinato.
Di tane è un'esperta capomastro
scava, scava fra cunicoli e pertugi
costruisce profonde stanze
che imbottisce d'erba secca.
Si prepara al gelo dell'inverno
schiaccerà un pisolino semestrale
che a dormir non fa mai male,
dal letargo si sveglierà
quando il gelo finirà.
C'è un'antica credenza indiana
che dice " Chi ha la fortuna di sentire
fischiare una marmotta presto
prenderà una bella cotta ".

venerdì 11 ottobre 2013

L'eterna lotta fra cuore e ragione

Fra paure e incertezze
proseguo il mio viaggio
mi fanno compagnia i pensieri,
sono lì nella mia mente
spesso a combattere
con i desideri del cuore
che s'aspetta gesti d'amore.

La mia anima anela libertà

Vento impetuoso
dirige la mia anima
nella tormenta della vita,
poi ci sono
giorni di bonaccia
dove le vele
del libero arbitrio
mi conducono
verso porti sicuri.

La mia anima anela libertà
vuole salire
sempre più in alto
con il desiderio inconscio
di avvicinarsi
sia pure per un attimo
all'agognata luce dell'eternità.

mercoledì 9 ottobre 2013

I rintocchi del tempo

Un giorno forse,
proveremo a riaccendere
la brace dove riscaldavamo
le nostre anime,
abbiamo bisogno
che il tempo faccia da parafulmine
ai lampi delle nostre incomprensioni.

I rintocchi del tempo
accompagneranno
il nostro distacco,
sapremo aspettare
la dolce brezza
portatrice di scintille
che ravvivino
il fuoco dell'amore.

Formichine

Formichine formichine
il vostro andare è incessante
non vi fermate mai un istante
siete sempre indaffarate
non vi stancate
e non siete mai sudate.

Lavorate con stupenda
organizzazione
non avete la disoccupazione
tanto meno
la cassa integrazione.

Agli esseri umani
date somma lezione
che per campare
bisogna sodo lavorare.

martedì 8 ottobre 2013

Il picchio verde

Il picchio indossa verde livrea
sui suoi occhi s'appoggia una maschera nera
e sul capo gli spunta un rosso ciuffo
che lo rende un pò buffo.

Con il becco a scalpello
si diletta a bucare
dell'albero il tronco,
lo usa come pneumatico martello
fiero d'esser solo un povero uccello.

Con la sua lunga lingua
entra in ogni buco scavato
si nutre di bacche
di formiche è goloso
non disdegna neanche
un ragno peloso.

La sera è esausto
dal troppo picchiettare
col becco nel nido
va a riposare.

domenica 6 ottobre 2013

Sogno d'amore

Ogni sera
quando arriva l'ora di dormire
tutto rannicchiato
m'avvolgo sotto calde coltri

Come innamorato che aspetta
all'appuntamento il suo tesoro
così aspetto abbracciato al cuscino
il mio sogno

Da sempre il mio sogno è lei

Non mi delude mai

Arriva puntuale

Felice di sognare insieme
il nostro meraviglioso
sogno d'amore.


sabato 5 ottobre 2013

L'odio

L'odio monnezza dell'umano cuore
della vendetta si serve
per distruggere l'amore

A volte si percepisce a pelle
e dalla vita cancella
le cose più belle

Chi lo nutre
non si sente mai appagato

Nella sua mente
alberga il rancore

L'anima è in fibrillazione
come bomba
prima della deflagrazione.

venerdì 4 ottobre 2013

Le tragedie e la nostra coscienza

L'inestimabile valore d'un uomo o una donna non devono essere correlati allo stato sociale, alla cultura, all'appartenenza razziale ma alla loro intrinseca natura di esseri umani e in quanto tali, nostri simile e nostri fratelli. Ogni giorno in parti diverse della terra la scure del boia s'abbatte su nostri fratelli vestita con abiti di circostanza : Sfruttamento, prostituzione, guerre, schiavitù, persecuzioni, fame, malattie, e quant'altro.
Molti esseri viventi quotidianamente preoccupati delle loro piccole sofferenze non prendono in seria considerazione le tragedie con le quali convivono tanti loro fratelli.
Solo nell'accadimento di tragedie che fanno scalpore le coscienze collettive sembrano scosse e cercano nei labirinti dell'angoscia del momento qualche giustificazione che le riporti al raggiungimento di una precaria pace interiore.
Tutto ciò non fa onore all'onestà intellettuale di ogni individuo e alla fedeltà di ciò che veramente sente la propria coscienza.

mercoledì 2 ottobre 2013

Tempesta nell'anima dopo un addio

Vento impetuoso
spazza via i desideri

Travolge i sentimenti più cari

La tempesta fa tabula rasa
d'ogni ragionevole cosa

Le radici della speranza
sono divelte.

Ti tengono compagnia
amarezza e delusione
sei pronto per percorrere
la buia strada della depressione.

martedì 1 ottobre 2013

Le scintille dell'anima

Quando nell'anima
s'accende un nuovo fuoco d'amore
da esso partono luminose scintille
che si dirigono nell'infinito cielo,
ci si sente invulnerabili,
l'impossibile diventa possibile,
tutto il nostro essere
si protende verso il firmamento
per abbracciare la luna e le stelle
dove s'adagiano le scintille più belle.

lunedì 30 settembre 2013

Parole come spine

Le tue parole
sono come spine
che trafiggono la mia l'anima
squarciano le mie carni
s'infrangono contro le mie ossa.

Con le tue labbra adoperi
il bisturi del rancore
per colpirmi al cuore.

Non mi fa paura il dolore
mi fa più paura
la tua mancanza d'amore.

domenica 29 settembre 2013

Come avrei voluto vivere la vita mia

Ribellatevi alla malinconia
vivete in serena allegria

Non rintanatevi nel vostro particolare
spiegate le ali
e cominciate a volare

Buttatevi nella mischia
senza ritrosia
prima o poi troverete
giusta compagnia

Stare tra la gente
d'ogni etnia, colore e nazione
vi regalerà sempre
nuova emozione

Se potete viaggiate, viaggiate sempre
scoprite la diversità della gente
fate della vita la vostra festa
che non rimpiange mai il passato
e ringrazia il Signore d'esser nato

Così avrei voluto vivere la vita mia
ma ahimè, forse è troppo tardi,
e così sia.

venerdì 27 settembre 2013

Il cane che abbaiava alla luna

In uno sperduto casolare abbandonato
in una piccola radura
odo l'abbaiare d'un cane alla luna
lo sbatter d'ali d'uccelli impauriti
e una nebbiolina che abbracciava
i rinsecchiti alberi,
cammino con passo felpato
su un tappeto d'umide foglie
con fare circospetto
m'avvicino a una finestra spalancata,
seguito dal vecchio cane
scorgo all'interno la sagoma d'un vecchio,
adagiato su una sedia sembrava dormire
ma era già rigido cadavere.
Se ne era andato come aveva sempre vissuto,
solo, senza neanche il suo cane
che continuava ad abbaiare alla luna.

giovedì 26 settembre 2013

Apparve lei

Apparve lei
fu luce
fulgido splendore
il suo sguardo
penetrò l'anima mia
fu immensa gioia,
dall'alba al tramonto
mi tenne compagnia
con il suo amore
tenera armonia.

mercoledì 25 settembre 2013

Nostalgie lontane

Nostalgie lontane
si confondono
nei silenzi
delle notti buie

Ti vedo più bella che mai
sei rimasta
la mia dolce bambina

L'ombra di un'altra passione
si sovrappone al bel ricordo

Sento l'eco di voci concitate
ho paura
mi nascondo
colpevole d'avere amato tanto.

martedì 24 settembre 2013

Depressione

Sei triste angosciato e stanco
tutto t'appare di colore grigio
non vuoi vedere nessuno
non hai voglia di niente
ti da fastidio il cicaleccio della gente.

Alzi spesso gli occhi al cielo
ma il luccichio delle stelle
non ti fa pensare a cose belle.

Il chiarore della luna
non è altro che una lampada fulminata
appesa a un lenzuolo nero
in segno di lutto per il mondo intero.

lunedì 23 settembre 2013

Parlare non aiuta a pensare

Un prezioso silenzio
vissuto in comunione dei sensi
vale più di tante inutili parole.

Parlare, parlare, parlare,
a volte sparlare
non aiuta a pensare.

Il silenzio aiuta
a metterci in comunicazione
con la nostra più intima dimensione.

Quando si parla col cuore
basta solo una dolce carezza
per scacciar via la tristezza.

sabato 21 settembre 2013

Frammenti di autoanalisi

E a volte capita
di restare lì da soli al buio
a scrutare i fantasmi
che alimentano
le ataviche paure.

Si rimane lì assorti
e un pò in confusione
sembra di stare inginocchiati
in un confessionale
a confessare a se stessi
le difficoltà che s'incontrano
nella ricerca d'un equilibrio esistenziale.

I pensieri corrono velocissimi
s'affacciano ricordi lontanissimi
immagini d'un bambino
che nelle notti scure
nel sentire l'ululato del vento
e il verso della civetta
s'infilava nel lettone di mamma e papà
scappando dalla sua cameretta.

Quando la realtà prende il sopravvento
per quel giorno l'autoanalisi è finita,
non è costata niente,
e per un breve lasso di tempo
il subconscio si è accostato alla mente.


venerdì 20 settembre 2013

Quando nasce un nuovo amore

Soavi sospiri
rubati dal vento
sguardi s'incrociano
in piena armonia
dolci fremiti
percorrono il corpo
le anime s'accolgono
in serena letizia.

Poche parole
pensieri profondi
l'eco d'una sinfonia
aleggia nell'aria
è la musica che prelude
la nascita d'un nuovo amore.

mercoledì 18 settembre 2013

Quante volte

Quante volte hai detto va bene
Quante volte hai pensato
ch'era tutto sbagliato
Quante volte hai agito d'istinto
Quante volte potresti dire
ch'eri proprio convinto
Quante volte sei andato in confusione
Quante volte hai perso
l'ultima occasione
Quante volte hai mischiato
il bene con il male
Quante volte hai sbagliato a parlare
dicendo parole che ferivano il cuore
Quante volte ti sei tradito
Quante volte ti sei pentito
Quante volte hai amato
Quante volte hai odiato
Quante volte dei rimasto indifferente
nei confronti della povera gente
Quante volte hai avuto paura
Quante volte hai fatto censura.

Arriverà il momento in cui
non t'importerà più
di chiederti quante volte........
Ormai ne hai la certezza  Sorella Morte
chiude il sipario con dolce carezza.





martedì 17 settembre 2013

Pensieri a ruota libera

Un oscuro presagio
mela bacata con verme incorporato

Il tradimento
quando l'anima
è in balia di un pericoloso vento

Una lieta notizia
vagito di neonato appena nato

La normalità
un mondo senza infamità

Le infinite speranze
che si riescano a colmare
le disuguaglianze

La vita d'ogni essere umano
tragitto che valga la pena
d'essere percorso
e ciascuno abbia la possibilità
d'esprimersi a ruota libera
in piena libertà

La bandiera d'ogni popolo e nazione
che abbia i colori dell'arcobaleno
per mondo più sereno.

L'amore che portiamo nel cuore

L'amore che portiamo nel cuore
ci accompagna sin dai primi vagiti
fino all'ultimo respiro.
Testimone silente
di ogni nostra azione
a volte si rallegra
a volte è crucciato
a volte si esalta
a volte è tradito,
mai ci abbandona
ci è sempre fedele,
nelle dure prove della vita
nella gioia e nel dolore
resta sempre nel cuore.
Per tutte le innumerevoli
vicissitudini d'amore
che l'essere umano
fanno palpitare
forse un solo cuore
non può bastare.

lunedì 16 settembre 2013

Sogno d'amore e di passione

Appuntamento al largo
d'un mare verde senza fine

Dolce canto di sirene
saluta il nostro incontro

Abbracciati nell'immensità
d'un rosso tramonto
siamo pronti
a morire d'amore e di passione

C'incoraggiano gli applausi
dello sbatter d'ali dei gabbiani.

domenica 15 settembre 2013

Fabiana e Michele 14.09.2013.

Fabiana e Michele
Michele e Fabiana
due belle persone
due cuori innamorati per un'anima sola
due bocche per infiniti baci d'amore.
Si son già detti
tante volte ti amo
ma in questo giorno solenne
hanno voluto suggellare
il loro sogno d'amore
davanti a nostro Signore.
Con la mano nella mano
percorreranno le strade di Milano
ma i loro occhi
saranno rivolti al mare,
illuminati dal tenue e romantico
chiaror del faro della Lanterna.

mercoledì 11 settembre 2013

Il colore della pelle

Alle stelle non importa
il colore della pelle

Il sole riscalda
tutti gli esseri umani
con lo stesso ardore

La pioggia e la neve
cadono copiose
su tutte le case

Il vento scompiglia i capelli
d'ogni foggia e colore

D'ogni etnia il mare accoglie
bagnanti e naviganti

Sotto i raggi della luna
gli innamorati di tutte le razze
fanno cose pazze

Si può essere di pelle
bianca, nera o marrone
quel che conta nell'umana esistenza
è la buona creanza

Il rispetto delle diversità
per ritrovarci tutti insieme
prima o poi nell'eternità.

Lei piromane in amore

Ustionato dal fuoco del perduto amore
cerco acqua sorgiva
che lenisca le purulente piaghe
del mio cuore

Son ferite profonde
che lasciano il segno

Il passar del tempo
sarà per me cura migliore

Quando starò meglio
vorrò incontrarti
per mostrarti il mio nuovo volto

Non mi riconoscerai
indaffarata come sempre
ad appiccare il fuoco
ad altre sventurate creature.

martedì 10 settembre 2013

Oltre la luce del sole

Oltre la luce del sole
il vero amore

Luci sfolgoranti
abbaglieranno
i tormentati amanti

D'un amore immenso
d'un amore totale

Oltre l'umano destino
nuovo salvifico cammino

In un'altra dimensione
dove l'anima
trova riposo e pace

Affaticata e stanca
s'adagia su una nuvola bianca
a forma di panca.

domenica 8 settembre 2013

Quando sono solo

Quando sono solo
tu sei sempre con me
accompagni i miei pensieri
accarezzi i miei sogni
condividi le mie  ansie e paure
mi prendi per mano
e piano piano la mia solitudine
diventa dolce abitudine.

venerdì 6 settembre 2013

Zia Antonia 07.09.1913 / 07.09.2013

Cent'anni di zia Antonia
un bel traguardo,
tutti gli ostacoli
sono stati brillantemente superati,
una vita vissuta
col sorriso sulle labbra
e col coraggio di chi sa pregare
per poter meglio campare.

Cent'anni una meta importante
per ricominciare a vivere un'altra stagione,
finchè Dio vorrà,
andando incontro
con animo sereno
al tempo dell'eternità.

giovedì 29 agosto 2013

Urlare al vento

A volte vorrei
urlare al vento
tutto il mio tormento
con lui volar
negli infiniti spazi
verso mete sconosciute
dimenticare senza nostalgia
tutto il mio passato
andare spensierato verso il futuro
sempre alla ricerca
di un ideale posto sicuro.

martedì 27 agosto 2013

Un nuovo giorno

Quando l'aurora
comincia a tingere
il cielo di rosa
le buie ali della notte
prendono il volo,
nasce un nuovo giorno
si dissolvono le tenebre.
Nuove speranze
nuove illusioni
nuove emozioni
sogni da realizzare
in un colorato caleidoscopio
dove la vita continua a pulsare,
dove è necessario
darsi da fare
per poter dignitosamente campare.



domenica 25 agosto 2013

I cattivi pensieri sull'anima

Barlumi di saggio chiarore
nella mente vengono azzerati
dalle tenebre dei cattivi pensieri,
l'oscurità ha il sopravvento
sugli sprazzi di luce.
L'anima è smarrita
è spaventata,
i chiaroscuri dell'ondivago pensare
la rendono titubante
nel suo cammino errante.

giovedì 22 agosto 2013

Dalla finestra d'un antico borgo

Dalla finestra d'un antico borgo
m'affaccio sulla campagna
ammantata di silenzio,
respiro profondamente
l'odore dell'erba appena tagliata
e m'inebrio del profumo
del pane caldo appena sfornato,
candide lenzuola stese al vento
odorano di fresco bucato,
mi scuotono l'anima
non più abituata
alla generosità della genuina natura.

martedì 20 agosto 2013

Sulla tua pelle un dolce chiaror di luna

Un dolce chiaror di luna
spande i suoi argentei raggi
sulla tua pelle,
sfioro il tuo viso
le mie labbra sulle tue labbra
tutt'intorno è silenzio,
respiriamo piano
per non rompere l'incanto.

giovedì 15 agosto 2013

Magico incunabolo

Avevi lasciato sul mio comodino
un incunabolo del quindicesimo secolo,
al mio risveglio l'avevo preso tra le mani
e il suo titolo era scritto in caratteri d'oro :
" Non sarai più solo quando ti senti solo ",
incuriosito l'avevo sfogliato,
da quel giorno sono rinato.

mercoledì 14 agosto 2013

Il fuoco dell'amore

Quando la fiamma dell'amore
arde nel cuore
non c'è acqua che la possa spegnere,
il suo fuoco divampa nell'anima
e solo colei che l'ha appiccata
la può domare senza nulla rischiare.

domenica 11 agosto 2013

Dormi sul mio petto

Dormi sul mio petto
amore mio
il ticchettio del mio cuore
ti farà entrare
in un mondo fantastico,
sognerai l'imbarco
su una bellissima nave
che approda in un porto tranquillo,
lì ti attenderò a braccia aperte
per riempirti di baci.

sabato 10 agosto 2013

M la da deic subbt

A du u truv gheun cumm a maie
ca te vol acchessì ben ?
Ieie sond bun e car
teng tanta pacienz,
m la da deic subbt
se m vu lassaie
nan aspettann pscraie.

Me lo devi dire subito

Dove lo trovi uno come me
che ti vuole così bene ?
Io sono buono e caro
ho tanta pazienza,
me lo devi dire subito
se mi vuoi lasciare
non aspettare dopodomani.

Per un attimo compari tu

Come bagliore nella buia notte
per un attimo compari tu
tutto il mio essere
si riempie di te,
m'illudo,
forse non ho la forza di trattenerti
ti lascio andar via
per rincorrere ancora
il mio sogno d'amore.

venerdì 9 agosto 2013

I pensieri nel labirinto della mente

Grovigli di pensieri
s'intrecciano
nel labirinto della mente
cercano una via d'uscita
anelano libertà,
solo le ali della fantasia
riescono a liberarne alcuni
e dare pace
all'anima inquieta.

giovedì 8 agosto 2013

Amore sconosciuto

Aspettami sempre
amore sconosciuto
ogni giorno pensami
al tramontar del sole,
un giorno c'incontreremo
al tuo cospetto
leverò il velo di tristezza
dagli occhi miei.

Contraddizioni

Sentire in fondo all'anima
di non appartenere a nessuno
e nello stesso tempo desiderare
di avere accanto sempre qualcuno.

Vedere gli occhi velarsi di lacrime
e avere una gran voglia di gioire
che sale dal profondo dell'anima.

Abbandonarsi al sonno per non pensare
e al contempo spalancare gli occhi
per non perdere neanche un attimo di vita.

Avere un immenso desiderio d'amore
che si scontra con l'odio e il rancore.

Spesso fa capolino il pensiero della morte
che della vita è la contraddizione più forte.

mercoledì 7 agosto 2013

Sogno d'agosto

Disteso sull'erba bruciata
del sole d'agosto
sogno di salire in cielo
su un immensa coperta
di nuvole bianche
imbottita di cubetti di ghiaccio,
sono il re della frescura,
basta che prema un pulsante
per mandare sulla terra
pioggia mista a grandine.
Al risveglio mi ritrovo
sotto i rami di un pino odoroso,
la tempesta è finita
ricomincia la calura piena di vita.

venerdì 2 agosto 2013

La fantasia

La fantasia è l'aspirapolvere
dei cattivi pensieri,
teniamola sempre viva
sforziamoci di farla funzionare,
ci aiuterà a campare
anche se navighiamo
nel burrascoso mare.

Piccola filastrocca

Il cane Gedeone
se ne sta mogio mogio
con il padrone
la gattina Paoletta
dorme ai piedi di Nicoletta
fuori piove e tira vento
tutti in casa ad aspettare
che finisca il temporale.

giovedì 1 agosto 2013

Sotto il salice piangente

Indugio il mio camminare nella radura
dai rami m'accompagna
il dolce cinguettar degli uccelletti,
odo già in lontananza
il vociar della limpida
acqua del ruscello.
Mi devo affrettare
e lì che m'aspetta
il salice piangente che ci accolse,
discreto testimone
del nostro primo bacio.

martedì 30 luglio 2013

Afa e sete di te

Afa Afa Afa
Sete Sete Sete
una sete che solo tu
amore mio
puoi appagare,
con te vicino
nel deserto della vita
grande oasi di pace.
Nell'oscurità della notte
con occhi spalancati
ti cerco disperatamente,
in ogni stella
scorgo il tuo viso
e la luna piena
con il suo pallido chiarore
accarezza l'anima mia
in questa calda notte di luglio.



lunedì 29 luglio 2013

Malinconia

Per qualche attimo
mentre ero fermo
quasi impietrito,
ho visto la mia ombra
allontanarsi da me
e seguire lei
che andava via per sempre.
Vuoto incolmabile
inutili lacrime
fanno compagnia
alla malinconia.

venerdì 26 luglio 2013

Poveri noi esseri umani

Poveri noi esseri umani
sempre in bilico
tra gioia e dolore
sorriso e pianto
speranza e disperazione
vita e morte,
il tempo scorre inesorabile
sulle esistenze
lasciando nei n nostri cuori
un alone di ricordi,
una scia di rimpianti
e nel profondo dell'anima
un vuoto incolmabile
per tutto l'amore
che non siamo riusciti a dare.

martedì 23 luglio 2013

Agroglifi

Strane figure disegnate
su campi di grano
da sconosciuti alieni
che con noi terrestri
tentano di comunicare,
pittogrammi eseguiti
con tanta perizia
che a guardarli
lo sguardo delizia.
Sono messaggi di creature
che vengono da lontane galassie,
nessuno mai li ha sentiti parlare,
con certezza
sono bravissimi a disegnare.
Sui cerchi di grano
intrisi del loro arcano messaggio
deponiamo dei fiori
in loro omaggio.

domenica 21 luglio 2013

Il regno di Morfeo oasi di pace

Mi sveglio, esco dal regno di Morfeo
con occhi assonnati
intraprendo il viaggio
di un nuovo giorno,
l'oscurità della notte
cede il posto ad un timido bagliore
che fa capolino tra le nuvole,
nella mia mente aleggia
la solita presenza misteriosa
che m'accompagnerà per tutto il giorno,
è l'incessante lotta
fra i piaceri dell'anima
e quelli del corpo,
continuerò a vivere con lei
dai primi chiarori dell'alba fino al tramonto,
per poi rifugiarmi nuovamente
nell'oasi di pace del regno di Morfeo.

venerdì 19 luglio 2013

Siamo stanchi, non vediamo l'ora

Siamo stanchi, non vediamo l'ora
è questo il pensiero che spesso attanaglia
una moltitudine di gente.

Siamo stanchi, non vediamo l'ora
è questo lo stato d'animo
con il quale spesso
s'affronta l'umano vivere.

Ma siamo stanchi di quale situazione ?
Non vediamo l'ora che succeda cosa ?

Se solo bastasse far riposare l'anima e la mente
sulla comoda poltrona dell'agiatezza
guardando placidamente le lancette
dell'orologio che scandiscono il tempo
della vita.

Purtroppo tutto questo non è esaustivo,
le ragioni dell'umano lamento
hanno radici nel profondo del cuore
che ha sempre più sete d'amore.


giovedì 18 luglio 2013

La mia anima

La mia anima,
come naufrago
in piena burrasca,
affronta le tempeste
della vita.

Combatte contro
l'alte onde
intrise d'avversità.

Si lascia trasportare
dall'acque oscure del dubbio,
verso l'incerta e sconosciuta
meta dell'eternità.

lunedì 15 luglio 2013

Sul mio inutile camminare

Un vuoto esistenziale m'avvolge
distende il suo grigio tappeto
sul mio camminare
imperterrito continuo il mio peregrinare,
tutt'intorno è vociare,
moltitudine anonima
non s'accorge di me,
allungo i miei passi
vado avanti spedito
per inerzia vitale.
Da sotto un ponte
mi giunge un grido d'aiuto,
mi fermo a guardare
vedo un uomo impaurito,
corro da lui,
lo prendo per mano
dalle acque del fiume
lo porto lontano.
Il destino ha voluto
che sul mio inutile camminare
ci fossero due uomini da salvare.


domenica 14 luglio 2013

Quando ti chiamo nelle notti insonni

Quando ti chiamo
nelle notti insonni
mi vieni a trovare

T'adagi accanto al mio corpo
mi prendi per mano
mi canti dolce melodia

Con te vicino
ritorno bambino

Mi porti lontano
in luoghi fatati

Mi fai volare

Nel chiarore delle stelle
mi lascio portare

La luna argentata
c'invita a sognare

Con te vicino
andrei in capo al mondo

Ma tu saggia compagna
hai il tuo da fare
su una nuvola rosa
mi fai addormentare

Il mio risveglio
è intriso di malinconia
ti cerco invano
sei andata via.





sabato 13 luglio 2013

Io nella tua anima

Portami sempre con te
trascinami nel vortice
dei tuoi pensieri
conservami negli anfratti
più reconditi della tua anima,
fammi sentire il tuo respiro
nel mio respiro,
i battiti del tuo cuore
sono per me
dolce sinfonia d'amore.

Nostalgia di te

Quietati anima mia
una bava di vento
asciugherà le lacrime
un raggio di sole
porterà nuova speranza
prima o poi dovrò uscire
da questa angusta stanza.
Col cuore in pena
son seduto al tavolino
cerco di snodare i fili
che ingarbugliano
il mio destino.
In assorto silenzio
mi lascio accarezzare
da dolce malinconia
dalla nostalgia che ho di te.

giovedì 11 luglio 2013

Aspettavi l'amore chiamandomi amore

Guardo le mie mani

son quelle che appena ieri notte
affondavano le dita
sul tuo soffice corpo,

l'accarezzavano
indugiavano sui morbidi seni,

tremando di piacere
aspettavi l'amore
chiamandomi amore,

il mio desiderio nel tuo desiderio

il tuo splendido corpo
coperto di vellutata pelle
era un tutt'uno
con la notte piena di stelle.

mercoledì 10 luglio 2013

Il soffio del vento sull'anima mia

Soffia l'impetuoso vento
sull'irrequieta anima mia
l'avvolge e la coinvolge
la porta in alto
e poi la fa cadere
accende i desideri
per poi spegner la speme
la tiene in bilico
fra la gioia e il dolore,
finchè vorrà soffiare
l'anima mia
continuerà a volare.

martedì 9 luglio 2013

Un benefico torpore

Nel tepore di morbide lenzuola
dolce sonnecchiare,
lei rannicchiava il suo splendido corpo
si sentiva leggera come farfalla
le sembrava di galleggiare
sulle acque d'un azzurro mare.
Un torpore l'avvolgeva
a non pensare a niente l'induceva,
i crucci e le incomprensioni
avevano preso altre direzioni.
Era lì immobile
ad accettare consciamente
il lento e inesorabile
dilatarsi del tempo.

domenica 7 luglio 2013

Il Potere

Il potere dà l'impressione
d'essere onnipotenti
ci si auto esalta
ti fa sentire importante
è come fame che non sazia mai,
s'accompagna all'ingordigia
che è sfrenata cupidigia.
E poi un bel giorno
in un attimo
basta che parta un embolo,
una cellula impazzisca
o un virus letale ti colpisca e !!!!!!!.
Il potere nono serve a niente
è solo ottica  illusione
che illude e inganna.
Alla parola POTERE
cambiando una solo consonante
diventa PODERE
luogo pronto a ricevere
come concime
le pazze velleità dell'umana gente.




giovedì 4 luglio 2013

La trappola

Groviglio di pensieri
abitano la mente
il bene
il male
gli errori commessi
l'amore
il dolore
la morte
è utile
o è tutto inutile
questo arrovellarsi,
questo sbatter la testa
contro spigolosi scogli.
Sarò ancora capace d'amare !
Riuscirò ancora a sognare !
La trappola è scattata
si è come leone in gabbia
che non potendo fuggire
riesce solo a ruggire.

mercoledì 3 luglio 2013

Il vino della solitudine

Versatemi da bere
voglio dimenticare
riempite il mio bicchiere
voglio poter volare,
se voi mi siete amici
capite il mio dolore
alle ali del vento
affido il mio tormento.
Lei ora è lassù
che vola in pace
e io non trovo pace.

martedì 2 luglio 2013

La poesia che salva

Le parole d'amore
dolce pensare
versi sublimi
che sfidano la morte
frasi che fanno da barriera
alla cattiva sorte.
La poesia è anelito
a volte imprecazione
che salva
dalla disperazione.
E' leggera e sottile
come fuscello
che un alito di vento
fa volare in alto, in alto
nell'infinito firmamento.

Uno spicchio di luna

Come bianco ferro di cavallo porta fortuna
nell'azzurro cielo a rimirare uno spicchio di luna,
lascio lo sguardo libero di spaziare,
la mente si svuota dai pensieri zavorra
l'anima si riempie di luce e di pace.

sabato 8 giugno 2013

Compleanno Michele

Di Michele ce n'è uno
che di anni ne ha trentuno,
lui è del segno dei Gemelli
che è uno fra i più belli,
con Fabiana sua compagna
la  vita è una cuccagna,
con la mamma premurosa
sta tranquillo su ogni cosa,
il papà con la poesia
mette spesso malinconia,
dulcis in fundo c'è Beatrice
nipotina tanto amata
dello zio Michele innamorata.

giovedì 30 maggio 2013

Pensami

Pensami
pensami sempre
pensami intensamente
in ogni attimo
mandami segnali
del tuo pensarmi,
non ti distrarre
fai di me
la tua ossessione
il tuo pensiero fisso.
Un vecchio canto dice che:
fino a quando si pensa
intensamente una persona,
quella non muore mai.

mercoledì 29 maggio 2013

Lo scorrere del tempo

Questo sempre sentirmi
il fiato sul collo
dello scorrere del tempo
che nella sua folle corsa
non si ferma mai,
è come perenne cascata
che trascina la mia vita
nell'incerto fiume dell'eternità.
Questo suo frenetico ansimare
nella vita terrena
mi porta l'ansia della precarietà.
Lottare,
battaglia persa in partenza,
non mi resta che sperare
per intravedere barlumi
di pace e serenità
nell'altra dimensione dell'Aldilà.

martedì 28 maggio 2013

Se non ce la fai più

Se non ce la fai più
mettiti a urlare
scappa via dalla malinconia
non tenerti tutto dentro
esterna le tue pene,
affronta il futuro
con determinazione
se continui ad aver paura
la vita diventa mera sventura.
Fa che i giorni della tua vita
scorrano limpidi
come acqua di sorgente,
evita l'odio e il rancore
sentirai la pace nel cuore.

lunedì 27 maggio 2013

I miei occhi nella notte di primavera

Lieve tepore nella buia stanza
occhi sbarrati a rincorrere i ricordi,
occhi che ritrovano le immagini
di vecchi amori caduti nell'oblio,
occhi che con nostalgia
vanno indietro nel tempo
mostrandomi persone care
che ahimè non ci sono più.
Per aspettar domani
m'affaccio alla finestra,
l'aria frizzante della notte
mi mette voglia d'uscire
andare incontro al nuovo giorno
per scacciar via malinconia.

domenica 26 maggio 2013

Succede ogni momento

Una nascita
dei vagiti
finalmente nuova vita
tenero germoglio
che col tempo
darà i suoi frutti.
Una morte
le ultime parole
che escono a fatica
forse un rantolo
o forse niente,
rapida o lenta
viene a rubare
una vita.

venerdì 24 maggio 2013

La fantasia

Non costa niente fantasticare
importante nella vita
è usar la fantasia
senza ipocrisia.
Usarla a beneficio personale
per prendere le distanze
da un vivere troppo razionale.
Fa bene alla mente
credere di saper volare,
di essere farfalla
che va di fiore in fiore,
di essere uccellino
che cinguetta sul ramoscello
d'un profumato biancospino.
Nei giorni che la vita si fa dura
puoi scegliere d'inabissarti
nell'azzurro mare
in cerca di sirene d'amare.

giovedì 23 maggio 2013

Non capire niente di te

Non capire niente di te
mi parli e non capisco,
mi tieni il broncio e non capisco,
sei euforica e non capisco,
ti senti sola e non capisco,
mi fai giurare di non lasciarti
e non capisco,
è così difficile capirti,
ripeto a me stesso
che capire è anche amare.
Soffrire per non capire
amare per non soffrire
farsi amare pur non capendo,
enorme confusione
in questa nostra pseudo relazione.
Dai miei silenzi lascio trapelare
i tormenti dell'anima.

mercoledì 22 maggio 2013

Donna

Donna
dolce creatura
porto ospitale
in te trovo rifugio
accanto a te mi sento sicuro
se mi perdo vienimi a cercare
se ho paura non mi abbandonare.

Donna
dal tuo grembo sono nato
tu mi hai cresciuto
da adulto di te mi sono innamorato.

Donna
sei l'armonia della mia vita
dolce melodia
che inebria l'anima mia.

Donna
che all'apparenza
mostri la tua fragilità
diventi forte nelle avversità.

Donna
spesso maltrattata
seviziata
picchiata
schiavizzata
uccisa,
nessun attenuante
nessuna giustificazione
nessuna clemenza
per quegli esseri umani
chiamati uomini
che d'umano hanno solo i connotati,
meritano d'esser chiusi in gabbia
e abbandonati.

martedì 21 maggio 2013

Sul sentiero dei ricordi

Ritorno spesso con  la mente
nei luoghi della mia fanciullezza
sul sentiero dei ricordi
ritrovo tanti volti cari,
mi fanno da eco le vocine
dei miei compagni di scuola
tanta voglia di giocare
poca voglia di studiare.
Sono lampi d'immagini
che riempiono il cuore di gioia,
è come se gli affetti dell'infanzia
avessero impresso nella mia anima
un indelebile tatuaggio.

lunedì 20 maggio 2013

I Dubbi

Infiniti dubbi
attanagliavano la tua mente
stavano lì come tizzoni ardenti
sulla brace che lentamente
consumava i tuoi pensieri.
Me ne parlavi spesso,
eri rammaricata, avvilita, disorientata,
non trovavi via d'uscita.
Cercavo d'incuterti coraggio
ti spronavo ad avere speranza
ad uscire da quell'angusta stanza.
Quando non ci speravo più
ti sei rasserenata,
ero riuscito ad accendere
una lucina nella tua anima,
a rischiarare il tuo cammino.
Ora anche il mio sentiero
sembrava più agevole.

domenica 19 maggio 2013

Buona notte papà

Buona notte papà
ho paura del buio
lascia la porta aperta,
va bene tesoro,
però ora dormi che è tardi.
Nel profondo del cuore
anche il papà ha paura,
paura dell'incerto domani,
paura che s'insinua nell'anima
di ogni essere umano
che percepisce con grande sensibilità
la caducità di questo nostro vivere.

venerdì 17 maggio 2013

Sfida fra nostalgie e desideri

Nostalgie nascoste
negli anfratti più reconditi
della mente
cercano il varco
fra i desideri impellenti
dell'umano vivere,
battaglia dura
senza esclusione di colpi,
avrà il sopravvento chi
alla fine della sfida
a singolar tenzone
riuscirà ad essere in sintonia
con le aspettative dell'anima.

giovedì 16 maggio 2013

Il tuo ritorno

Sul mio corpo
le tue carezze
in un sacro silenzio
il tuo respiro accompagna
il lento scrosciare
della pioggia,
il desiderio d'averti
per sempre accanto a me
e l'insistente paura
di perderti ancora.









Il fantastico mondo delle ombre

Con lo sguardo immerso
in un buio profondo
scorgo ombre muoversi
in spazi infiniti,
chiedo chi siete !!
da dove venite !!
scoppiano a ridere
m'invitano ad unirmi
al loro fantastico mondo,
accendo la lampada
sulla parete
c'è solo la mia ombra
che mi rassicura.

mercoledì 15 maggio 2013

Mi arrendo

Mi arrendo
non ho più la forza di lottare
non userò più le mie parole
come spade taglienti per ferirti,
non ti fulminerò più
con i miei sguardi di disapprovazione,
accetta questa mia incondizionata resa
come supremo atto
del mio grande amore per te.

Tradire

Tradire è come perdersi
in fitta boscaglia lussureggiante
l'inizio è affascinante
l'avventura accattivante,
quando decidi di uscire allo scoperto
per rimirar il terso cielo
devi aver la forza
che su quella storia
cali il sipario,
la necessaria costanza
di stendere un pietoso velo,
altrimenti come succede al lupo
ti resta il vizio e perdi il pelo.

martedì 14 maggio 2013

Tutto è stato creato e firmato da Dio Padre Onnipotente

Nell'immenso caleidoscopio della vita
ogni attimo una infinità
di idee
di sogni
di desideri
di delusioni
di speranze
di emozioni
riempiono l'anima e la mente
di oltre sei miliardi
di esseri umani.
Ognuno con le sue peculiarità
diversi fra loro anche per razza,
colore della pelle, linguaggio,
abitudini, usi e costumi,
ma tutti creati e firmati
dallo stesso stilista,
Dio Padre Onnipotente.
La firma dei Suoi capolavori
la si trova su tutto
lo stupendo creato,
gli esseri umani
incoraggiati dalle forze del male,
la stessa natura
cercano quotidianamente d'usurpare.


Amanti

Sdraiati sul letto
assorti ad ascoltare
la voce del silenzio
unico complice
del nostro segreto amore.

Sdraiati sul letto
dopo l'amore
con un grande peso
sul cuore.

Sdraiati sul letto
come bambini impauriti
che pur non volendolo
si sono sporcati.

Dopo un ultimo bacio
lasciamo l'alcova che scotta
con l'anima in su subbuglio,
sperando che la folle passione
non ci porti alla perdizione.

domenica 12 maggio 2013

L'acqua del torrente m'accarezza l'anima

Con passo felpato
m'immergo nella fitta boscaglia
tutt'intorno è silenzio
intenso odore di muschio,
fra gli alberi
l'allegro cinguettar degli uccellini,
mi giunge l'eco d'acqua che scorre
dirigo i miei passi
verso una cascatella d'acqua
che sfocia nel torrente,
non vedo l'ora d'arrivare,
specchiarmi in limpide acque
che m'accarezzano l'anima.

venerdì 10 maggio 2013

Lotta all'egoismo

Nell'oscurità della mia anima
si annida il nemico,
lo cerco con scrupolosa perizia
lui è abile
si camuffa
assume false sembianze
scivola via viscido come serpe,
non potrà sfuggirmi per tutta la vita
prima o poi lo stanerò,
la lotta sarà dura
all'ultimo sangue
alla fine riuscirò
a distruggere il mio egoismo.

Raccontarsi può aiutare a guarire

Apri il tuo cuore a chi ti vuole bene
confidati con le persone care
non conservare tutto nello scrigno dell'anima
racconta l'intreccio delle tue esperienze
narra le tue vicissitudini
condividi i crucci e le gioie.
Il dialogo con persone fidate
permetterà di scoprire
che non sei sola nel dolore.
Nel raccontarti vedrai riaprirsi
i cassettini della memoria,
lì riposti in un angolo,
potrai trovare delle storie,
degli accadimenti di vita da te rimossi,
scoprendoli ti aiuteranno
a guarire dall'ansia che spesso t'attanaglia.

mercoledì 8 maggio 2013

Il tempo nella vita

Ogni attimo che passa
ruba un poco di vita
il tempo è ladro imprendibile
al quale mai nessuno
potrà mettere catene,
scivola rapidamente
portandosi via
il bello  e il brutto della vita.
A volte è proprio un mascalzone
sembra voler fare dispetti,
fa sembrare eternità
un ora di dura realtà
e invece vola via veloce
come il vento
quando sei contento.

LACRIME

Un pianto contagioso
degli esseri umani
si diffonde su tutta la terra.
Lacrime amare versate
per non aver voluto e saputo amare
lacrime sparse sui campi di battaglia
lacrime sugli esseri umani affamati
lacrime sui carcerati
lacrime sui diseredati
lacrime sulle dilaganti corruzioni
lacrime su tutte le forme di sopraffazioni
lacrime che si perpetuano sullo scempio della natura
lacrime ininterrotte su ogni forma d'usura.
Pianto di coccodrillo che il vento asciugherà
e non serviranno a niente
se non cambia il cuore della gente.

martedì 7 maggio 2013

Un brindisi

Un brindisi alla vita
alzando il calice
con affetto al ricordo
dei miei genitori
che della mia vita furono i fautori.

Un brindisi anche alla temuta morte
che prima o poi
a tutti spalanca le porte.

Un brindisi rivolto a nostro Signore
creatore del cielo e della terra
che faccia in modo
di eliminare carestia e guerra.

Un brindisi particolare all'amore
che sul palcoscenico della vita
è il primo attore.

Un brindisi all'amicizia sincera
sulla quale si può contare
da mane a sera.

Un brindisi per ogni essere vivente
con maggior riguardo
a chi è nullatenente.

Un brindisi per chi piange,
per chi ride,  per chi gioisce,
per chi è nel dolore
e della vita ha perso
ogni sapore.

Un brindisi a tutti i bambini del mondo
che a ognuno sia data la possibilità
di avere un domani pieno d'amore e prosperità.

Per finire un brindisi a me stesso
che con il buon vino Amarone
mi sento un pò ubriaco e un pò coglione.


domenica 5 maggio 2013

INIZIA UN NUOVO GIORNO

Un riverbero di luce
sui tristi pensieri
in una stanza buia
ove s'odono i rumori
di un mondo
che non riposa mai,
in preda a sindrome
nevrotica e autolesionista.
Inizia un nuovo giorno
nella più completa indifferenza
con tante spine
che trafiggono l'anima,
verso la disperata ricerca
di un domani migliore.


Mah !!!!!!!!

Perchè ?
Non lo so
Come mai
Me lo chiedo anch'io
E' ignoranza
E' smarrimento
E' titubanza
E' indecisione
Treno in corsa senza destinazione.

venerdì 3 maggio 2013

Primavera a maggio

Mandorli in fiore
fanno sentire nel profondo del cuore
immenso anelito d'amore.

Germogli teneri e rigogliosi
dagli stupendi vellutati colori
invitano a far nascere nuovi amori.

Camminando su distese di verdi prati
sotto un cielo leggermente velato
viene voglia di mangiare il gelato.

Il mese di maggio in primavera,
per tradizione cristiana,
è alla Madonna dedicato
la si supplica per il benessere
di tutto il creato.

Maggio è anche il mese
in cui nascono gli asinelli,
animale dall'uomo deriso e sfruttato,
emblema d'umiltà
a cui si contrappone la sua caparbietà.

La primavera di maggio
dona giornate luminose
accarezzate da un leggero venticello
con le sue fragranze
rende il vivere ancor più bello.

giovedì 2 maggio 2013

Sulle orme dei tuoi passi

Sotto un cielo ammantato
da un'immensa coperta bianca
fatta di candide nuvole di bambagia
porto il mio passo
sulle orme dei tuoi passi
sorretto dalla tenue speranza
di ritrovarti ancora.

mercoledì 1 maggio 2013

Un vero amico

Un vero amico
è una persona speciale
di lui ti puoi fidare
è come la tua ombra
ti segue sempre
non t'abbandona mai
ti soccorre se sei nei guai,
lui è sempre a disposizione
per condividere
ogni intensa emozione.
Un vero amico
è quello capace
di farti fare
scorpacciate di verità
pur sapendo il male
che ti farà.
Bisogna tenerlo da conto
come gioiello raro e prezioso
portarlo sempre nella mente
e nel cuore
come se fosse
il tuo primo amore.

La carna trist nan la vol mang Crist

Iangiulein ogni iurn scev a truaie la sroc Sabatein ca gavtav abbasce a li Capccein e tenev nuvantacing ann, Sabatein appen la vedev sturcev u muss e accumnzav a lamndars, ca la lassavn semp saula saula e li figghie e li npeut pnzavn schitt o dvrtment. Iangiulein nu iurn ca tnev la sust e si iev scucciat d send semp la solt tarantell d lamind diss alla sroc ca la sau iev  cattverie e ca " la carna trist nan la vulev mang Crist ".


La persona (carne) cattiva non la vuole neanche Cristo


Angelina ogni giorno andava a trovare la suocera Sabatina che abitava giù ai Cappuccini e teneva novantacinque anni, Sabatina appena la vedeva si disturbava ( faceva le facce ) e incominciava a lamentarsi, che la lasciavano sempre sola sola e i figli e i nipoti pensavano solo a divertirsi. Angelina un giorno che era arrabbiata e si era scocciata di sentire sempre la solita menata ( lamentela ) disse che la sua era cattiveria e che " la persona ( carne ) cattiva non la voleva neanche Cristo ".

martedì 30 aprile 2013

Distesi su un soffice manto d'erba

Distesi su un soffice manto d'erba
sentivo il suo respiro
confondersi col canto dei grilli,
ci accarezzava un leggero venticello
facendoci assaporare i profumi dei fiori
sbocciati nell'inoltrata primavera.
Nella pace e sacralità
della stupenda natura
non osavamo proferir parola,
solo coi nostri occhi
ci parlavamo d'amore.
Mentre sfioravo il suo viso
con le mie labbra
lei mi accarezzava la fronte,
un concitato cinguettar d'uccelletti
sembrava incoraggiare
le nostre prime effusioni d'amore.

lunedì 29 aprile 2013

Trivl d cas e sciampagnul d chiazz

Cilicchie quann s'assettav a mangià a la tavl tenev semp u muss, nan dicev maie na paraul, a l'attan e a la mamm respunnev sein e naun k  la cap e subbt s ialzav e issev for da la cas.
Nu iurn l'attan, tutt pruccupat, alla scrais cit cit senza far avvdaie do figghie scei mezz a la chiazz e u truaie ca rdev e facev u sciaptaun k li cumpagn.
La sair quann Cilicchie s'arrtraie l'attan u pigghiaie k la giacchett e diss, teu si " trivl d cas e sciampagnul d chiazz ", accsì nan s pot scei n 'nanz o teu faie l'omn o s naun datt pan, quedd iaie la port.


Corrucciato in casa e allegro in piazza

Angelino quando si sedeva a mangiare a tavola teneva sempre il muso, non diceva mai una parola, al padre e alla madre rispondeva si e no con la testa e subito si alzava e usciva dalla casa.
Un giorno il padre, tutto preoccupato, all'improvviso zitto zitto senza farsene accorgere dal figlio andò alla piazza e lo trovò che rideva e faceva lo spiritoso con i compagni.
La sera quando Angelino si ritirò il padre lo prese per il bavero e disse, tu sei " corrucciato in casa e allegro in piazza ", così non si può andare avanti o tu fai l'uomo o altrimenti datti pane, quella è la porta.

Dopo l'amore sogno ancora l'amore

Dopo aver fatto l'amore
il sonno m'avvolge
in dolce torpore,
sogno di fare l'amore con lei
che è il mio grande
e unico amore.
Al risveglio mi dico,
quando è troppo è troppo,
la riempio di baci
chiedendole cosa aveva sognato.

domenica 28 aprile 2013

Pane Olio e Pomodoro

Quand'ero bambino
da buon Pugliese
seduto sull'uscio di casa
o affacciato alla finestra
mangiavo con avidità
pane condito con olio e pomodoro,
ero contento e beato.
Come vento impetuoso
che tutto travolge
son passati tanti anni,
provo a masticare a fatica
gli stessi alimenti
e il malumore ha preso il posto
del fragrante sapore.

venerdì 26 aprile 2013

Quando senti l'anima frantumarsi

A volte sei stanco e deluso
senti disagio a vivere
in un mondo che non sopporti più.
Senti la tua anima
frantumarsi lentamente,
provi con tutte le tue forze
di recuperarne i pezzi
per poter ristabilire
una parvenza d'equilibrio
che ti permetta
di continuare a sperare.

giovedì 25 aprile 2013

Crist li fac e lor s'accocchien

Ciccill u bacchiscionn
adduvet ameic a Peppinn
u cacalamiaun,
nu bell iurn trovn
mezz a la chiazz
Pasqual u sciaptaun,
tutt e trie s facen cumpagneie
vonn d'amor e d'accord
nisceun li pot scucchiaie.

 Cristo li fa e loro s'accoppiano

Ciccillo il fessacchiotto
diventa amico a Peppino
il credulone,
un bel giorno trovano
in mezzo alla piazza
Pasquale il raccontatore di balle,
tutti e tre si fanno compagnia
vanno d'amore e d'accordo
nessuno li può separare.

La farfalla e i miei pensieri

Dalla finestra osservo
l'allegro svolazzare
di una farfalla colorata,
gira gira come impazzita
nel dolce tepore di primavera,
esausta si posa
su un fiore bianco a riposare.
Vorrei trovare
anche per i miei pensieri
rifugio sicuro
su cui adagiarli a riposare,
tentare di sciogliere
i nodi in cui spesso
si aggrovigliano.

mercoledì 24 aprile 2013

Nel sogno Peppino è mascalzone

Le era apparso in sogno
un angelo sceso dal cielo
aveva parlato di una stella
dove abitava tutta sola
una donna bella,
con dei potenti cannocchiali
teneva d'occhio gli affetti
dei terrestri mortali,
in special modo curava
ciò che faceva il suo amore Peppino
che abitava nei pressi di Portofino.
Con gran disappunto
si era accorta che a quel mascalzone
piaceva spassarsela sotto il sol leone,
circondato sempre da belle donne
faceva in fretta a far alzar loro le gonne,
che delusione il mio caro Peppino.
Al brusco risveglio
aveva rivolto all'angelo una preghiera,
di non più sognare di abitare su una stella
ma di restare col suo amato Peppino
abbracciati sulla terra.

Battesimo di Beatrice

Il venti di aprile 2013
nel Battistero di San Giovanni in Laterano
con Acqua Santa in nome del Padre
del Figlio e dello Spirito Santo
don Alessio Albertini
officia il battesimo di Beatrice
bambina bella e felice.
La nonna Carla madrina
lo zio Michele padrino
per tutta la vita le staranno vicino.
I genitori Marco e Ileana
esultano di gioia per la dolce creatura
che accresce il loro amor oltre misura.

sabato 6 aprile 2013

L'aquilone con i colori della bandiera italiana

Un aquilone per ogni bambino
fa sembrare il cielo più vicino
volano in alto
li trascina il vento
ogni bambino ha il cuor contento,
sono variopinti hanno colori vivaci
alle bianche nuvole portano baci.
Colpisce il mio sguardo
un particolare aquilone
ha i colori della bandiera italiana,
il mio pensiero vola con lui,
s'innalza libero nel cielo infinito
rivolge al buon Dio una preghiera
che questa Italia sappia dimostrare
di poter un buon futuro aspirare.

venerdì 5 aprile 2013

Fra sogno e pazzia

Non so chi sei
nè da dove vieni
se esisti davvero
o sei un sogno
la certezza è che sei presente
in un angolino della mia mente,
a volte ti dissolvi
come neve al sole
per lunghi periodi di tempo,
poi all'improvviso ricompari
ed è come se non fossi
mai andata via.
Ti prego parlami
dammi un segno tangibile
della tua presenza,
mi chiedo se mi sono
innamorato di un fantasma,
se ho delle visioni,
poi mi autoconvinco
che la mia è una specie di pazzia
che usa questi sotterfugi
per continuare a sognarti.

giovedì 4 aprile 2013

Ho nostalgia

Ho nostalgia
dei cieli della mia giovinezza
che si schiarivano sotto tiepidi raggi di sole
dove rami di mandorli in fiore
stormivano nella primavera
delle mie inquietudini.

Ho nostalgia
degli abbracci su sgangherate panchine
dove guardingo
osavo baciare i miei primi amori.

Ho nostalgia
di quando sentivo
in fondo all'anima
l'accendersi di un fuoco
che sprigionava scintille.

Ho nostalgia
delle paure immotivate,
degli strani pensieri
che mi portavano lontano
sempre alla ricerca
di nuovi sogni
e nuovi amori.

mercoledì 3 aprile 2013

La poesia

La poesia è la matematica delle emozioni
dove la famosa prova del nove
è la dimostrazione di un verso riuscito.

Per scrivere dei versi
non è necessario imparare
formule scientifiche o complicati teoremi
bastano alcune parole
dettate dal cuore e dalla mente
capaci di scuotere l'anima della gente.

La poesia è un moto dell'anima
espresso con parole in rima o senza rima
e quel pizzico di sentimento
che dona al lettore un cuore più contento.

martedì 2 aprile 2013

Nella fulgente natura tutto è poesia

Lento è il mio incedere
nella fitta boscaglia
assaporo ad ogni passo
i profumi della natura
mi fan luce i raggi di sole
che filtrano dai rami.

Sento ne dolce silenzio
il lieve scorrere d'una cascatella
che riversa le sue limpide acque
nel placido torrente.

In questa fulgente natura
tutto diventa poesia
ristora e appaga
l'anima mia.

lunedì 1 aprile 2013

I quanto e il quando

Quante volte si è fatto l'amore
Quante carezze
Quanti baci
Quante litigate
Quante volte ci si è sopportati
Quanti silenzi
Quanti dubbi
Quante indecisioni
Quante speranze
Quanta gioia
Quanto dolore
Quanto amore
Questi Quanto
sostanziosi e variegati
pregni di passione
accompagnano la vita
per poi lasciare il posto
a un Quando temporale
che prelude il tempo
in cui i sentimenti e l'emozione
cedono il posto
alla rassegnazione.


sabato 30 marzo 2013

Ho nostalgia di te

Intenso odore di salsedine
sulla spiaggia deserta
sotto un cielo color ocra malva
cammino tutto solo
con i miei pensieri,
una dolce luce m'accompagna
ristora l'anima mia,
mi manchi
ho nostalgia di te
vorrei tanto stringerti
fra le mie braccia.
Per distrarmi raccolgo
una conchiglia dalla forma strana,
d'istinto l'avvicino al mio orecchio
sento un sussurro,
è la tua voce
che chiama il mio nome.

venerdì 29 marzo 2013

Il mio Angelo Custode

M'addormento sotto morbide coltri
nella notte sogni inquietanti
disturbano il dolce riposo,
mi rincorrono cani feroci
in una strada buia e silenziosa,
prima che arrivino a sbranarmi
il mio Angelo Custode
con un fragoroso batter d'ali
riesce a fermarli e li manda via.
Il mio Angelo
mi vuole bene
mi protegge
non m'abbandona mai
anche nei brutti sogni
mi viene a salvare.

Lumachina

Lumachina lumachina
nel tuo guscio te ne stai
mentre a spasso te ne vai,
tu ti muovi lentamente
chi ti aspetta sempre dice
sei arrivata finalmente!
tu rispondi prontamente
piano piano si va lontano,
ti si drizzano le cornine
quando mangi foglioline
poi ti chiudi nel tuo guscio
e a nessuno apri più l'uscio.

giovedì 28 marzo 2013

Pasqua di Resurrezione

Nell'immane sofferenza
dall'alto del Calvario
il Dio crocifisso fattosi uomo
tutto vedeva
tutto ascoltava
tutto sopportava
tutto perdonava
in assoluto silenzio risorgeva
donando la salvezza.
Alleluia, Alleluia, Alleluia!
La festa della Pasqua di Resurrezione
che cade in primavera
per ogni essere umano
sia almeno stimolo
per una vita più sincera.

La mia anima piena d'amore

La mia anima è piena d'amore
come fiume in piena
accoglila nel tuo mare
dolcemente si farà trasportare,
se ci sarà burrasca
sulle onde spumeggianti
ci aiuteranno le sirene amanti.

mercoledì 27 marzo 2013

Un nuovo amore

Avere la fortuna
d'incontrare un nuovo amore,
viverlo con pienezza
nuova energia
nuova giovinezza
linfa vitale che t'accarezza,
quando Cupido lancia i suoi dardi
lasciamoci colpire,
l'amore è così raro
abbandoniamoci a lui
con tutto il nostro essere.

martedì 26 marzo 2013

La vera amicizia

Un vero amico, una vera amica,
ti aiutano a vivere
li senti vicino anche quando son lontani
sanno tutto di te
conoscono i tuoi pregi,
i difetti e le tue fragilità
sopportano le tue lune e i tuoi silenzi
con loro ti puoi confidare,
nel profondo dell'anima
è come se fosse spuntato un fiore
che non appassirà mai,
nell'amicizia sincera si crea
una accentuata empatia
che ogni dissapore scaccia via.

lunedì 25 marzo 2013

Il terzo millennio

Il terzo millennio
si è affacciato ancora
su una imperterrita umanità
intenta a rincorrere
potere e denaro,
l'anima sembra essere stata
abbandonata a se stessa,
si perde nei meandri
di una natura offesa e sconvolta
dall'egoismo
dall'ingordigia
dal materialismo
dell'essere umano
diventato come
insensibile robot.


sabato 23 marzo 2013

Il silenzio tra noi

I miei occhi nei tuoi occhi
tra noi dolce silenzio
non grandi parole
nessun tedioso discorso
solo gioia infinita di stare insieme
sentire le nostre anime vicine
i nostri pensieri
congiungersi sul pentagramma
in una stupenda armonia.

venerdì 22 marzo 2013

Dal tuo viso segni rivelatori

Lui era andato via
dal tuo viso degni rivelatori
una espressione d'impotenza,
di vulnerabilità,
la percezione della tua anima
in uno stato di profonda tristezza.
Delicatamente ho accarezzato
il tuo viso,
prima che i tuoi occhi
si riempissero di lacrime
li ho baciati,
in un assorto silenzio
ho rispettato il tuo dolore.

giovedì 21 marzo 2013

U Carvugnel

A Cilicchie iev cresceut nu carvugnel
fra u nas e u muss
e la zeit Sabatein
nan vulev chieu li vas,
Cilicchie dicev
se me vu ben alla verament
ma da vasaie lustess
vabbun ca teng u carvugnel
ma nan sont meic fess.


  Il Foruncolo

A Angelino era cresciuto un foruncolo
fra il naso e le labbra
e la fidanzata Sabatina
non voleva più i baci,
Angelino diceva
se mi vuoi bene veramente
mi devi baciare lo stesso
va bene che ho il foruncolo
ma non sono mica fesso.

mercoledì 20 marzo 2013

Giorno di bucato

Quando è giorno di bucato
lenzuola bianche stese
ad asciugare al sole
odore di pulito
profumo di freschezza
mi mettono di buon umore
mi fanno pregustare
l'imminente notte d'amore,
abbracci e carezze
sotto candida stoffa di popeline
ricamata a mano.

martedì 19 marzo 2013

Tu come fulgente rubino

Prima ancora che tu arrivassi
il mio cuore era già con te
pregustavo mentalmente
l'intreccio di carezze
cariche di tenerezze
che ci saremmo dati,
volatilizzando ansie e dispiaceri.
Ogni incontro per me
era come scoprire
nuovi sentieri lastricati
di pietre preziose dove tu eri
fulgente rubino immarcescibile
d'incalcolabile valore.

La vergogna delle malefatte

All'anima non si può nascondere niente
nonostante si ricorra alle più svariate
modalità di camuffamento,
L'autoinganno, l'auto assoluzione e l'orgoglio
sono le bandierine che sventoliamo spesso
in nostra discolpa.
Prima o poi si arriva alla resa dei conti
siamo obbligati dalla coscienza
a toglierci la maschera
a vergognarci delle malefatte
perpetrate nell'arco della vita.

lunedì 18 marzo 2013

Sulle ali dell'immaginazione

Lascio che le ali dell'immaginazione
mi conducano su altissime montagne
in quei luoghi stupendi
oso quasi toccare l'azzurro cielo,
sento più vicina
la grande mano del Creatore
a lui mi affido
in lui confido.

Per ricordare insieme un amico scomparso

C'eravamo incontrati
per ricordare insieme
un amico scomparso,
cercavamo di scavare
nel grande mistero del dolore,
in ognuno di noi ardeva
la fiammella alimentata dai ricordi
ogni parola pronunciata
arrivava direttamente al cuore.
Con occhi pensierosi
ho scrutato il cielo
in una giornata ventosa e grigia
nell'aria un turbinio di foglie
nuvole basse passavano veloci
come i miei tristi pensieri.

L'asinello Gelsomino ubriaco

L'asinello Gelsomino
si è bevuto un litro di vino
sulle gambe non si regge
e barcolla in mezzo al gregge
raglia raglia ed è contento
lo si sente fin su al convento,
esce fuori il priore
per calmare l'asinello
che con il suo ragliare
lo distoglie dal pregare,
fra le bianche pecorine
si fa largo il priore
per raggiunger Gelsomino
che ancora beve vino.

domenica 17 marzo 2013

Fare l'amore è poesia

Splendida poesia
mentre facciamo l'amore
scritta dai nostri corpi
ricolmi di fervido ardore
silente passione
che fa parlare l'anima,
gli anni passano velocemente
gli attimi d'amore
vissuti intensamente
valgono una vita intera.

sabato 16 marzo 2013

Tu sai che ora vivo allo sbando

All'alba di un nuovo giorno
vengo a bussare alla tua porta
dentro di me è ancora accesa
la fiammella che ha tenuto vivo
il nostro grande amore.
Mi apri con occhi assonnati
mi chiedi sorpresa perchè sono lì,
provo a farti ricordare
di quando abbracciati
ci giuravamo eterno amore,
dei tuoi occhi nei miei occhi
che scrutavano fino in fondo all'anima,
del tuo viso stretto fra le mie mani
per paura di perderti.
le tue labbra che non si staccavano dalle mie.
Tu sai che ora vivo allo sbando
mi nutro d'illusioni, ricordi e bagordi,
nelle crisi d'astinenza da vero amore
quando in me regna sovrana disperazione
vengo da te che m'accogli ancora
con pazienza nella tua infinita bontà.

venerdì 15 marzo 2013

L'ansia che m'assale

Intensa noia sui giorni
di un inverno che fa fatica
ad accettare l'imminente primavera,
l'ansia che m'assale tormenta
la mia anima che anela pace.
Nel più profondo del mio essere
sento un vuoto incolmabile,
mi sento cadere in buia profondità
come secchio calato
in pozzo senz'acqua.


I Pensionati

Eccetto i privilegiati con pensioni dorate
la stragrande maggioranza
dei pensionati italiani vive con pochi soldi,
la salute che traballa e poco tempo da vivere ancora.
Si tira a campare e quel poco che si ha
bisogna farlo bastare.
Escono di buon mattino
vanno ai mercatini rionali per risparmiare,
tappa obbligata è la farmacia
e spesso la borsa dei medicinali
è più consistente di quella dei mercatini rionali.
Se si vive in due ci si fa compagnia
o perlomeno si ha con chi litigare
e lamentarsi un poco non fa mai male.
Spesso vanno dal dottore
a combattere col colesterolo, artrosi, glicemia
e tanti altri accidenti che vorrebbero buttar via,
si misurano spesso la pressione
se è alta vanno in fibrillazione.
Aspettano con ansia la primavera
per scaldar le ossa al sole,
sulle panchine ai giardinetti
a far passar le ore con gli amici
a raccontar dei propri acciacchi,
dei problemi familiari e dei ricordi di gioventù
che ahimè non tornerà mai più.
Il momento più sfizioso per il pensionato
è il giorno del mese in cui riscuote la pensione,
se non si ha l'accredito sul conto in banca,
si prova gusto a contar le poche banconote
sentirle scivolar nel portafoglio
guardandosi bene intorno.



giovedì 14 marzo 2013

Geronticidio

Per addolcire la pillola,
trovare plausibili giustificazioni,
si sente dire
lo facciamo per liberarlo dalle sue pene,
si cerca di evitare l'accanimento terapeutico,
si prova ad accelerarne la morte,
o come ultima spiaggia
si consiglia il suicidio assistito.
Pratiche al limite della legalità
rivolte a esseri umani
che già stanno con un piede nell'aldilà.
Il geronticidio che si vuole perpetrare
rispecchia in pieno la corrente mentalità
di una società che a tutti i costi
vorrebbe eliminare residui di vita in sofferenza
che andrebbero sostenuti
con amore e con pazienza.

mercoledì 13 marzo 2013

La morte

Perchè si deve temere la morte
se poi è così facile morire?
Prima di noi sono morti
miliardi di esseri umani
mai nessuno si è lamentato.
Che la morte arrivi pure
quando vuole arrivare
ci troverà vivi ed impauriti ad aspettare.
L'unico auspicio
che ci possiamo fare
è la speranza che dove andremo
si possa ancora amare.
Forse chi ha la fede
è avvantaggiato,
ma quel per sempre
non tanto ci convince,
non si riesce a digerire
non riusciamo fino in fondo a capire.
Il distacco dalla madre terra
è come soldato che parte per la guerra
per non più tornare.

martedì 12 marzo 2013

Il tuo dolce sorriso

Ero contento quando ti vedevo sorridere,
il tuo dolce sorriso era come un'immensa
piazza assolata con al centro zampilli
di fontanelle che bagnavano stupendi
fiori colorati.
Ad occhi chiusi riuscivo a trattenere
quell'immagine per godermela
il più a lungo possibile.
T'incoraggiavo usando toni scherzosi
per allontanare dalla tua mente
l'assillante pensiero della malattia.
Cercavo in tutti i modi di evitare
che fra noi s'interponesse il silenzio,
ti coinvolgevo con racconti strani
ti rendevo partecipe di pettegolezzi
e dicerie che avevo raccolto per le vie.
Tu con quegli occhi vivi puntati nei miei occhi
mi dicevi di continuare e tutti e due
facevamo finta di non pensare.
Di quegli intimi momenti,
dei tuoi sguardi indagatori
ora più nulla rimane,
spesso continuo a parlarti
e darei tutto me stesso
per rivedere il tuo dolce sorriso,
ma non scorgo più la piazza
con le fontanelle e i fiori colorati.

Informazioni personali

La mia foto
Italy
libero pensatore e poeta per caso

Archivio blog

Lettori fissi